CANNIBAL CORPSE: il vicino di Pat O’Brien, “Credeva che qualcuno gli stesse dando la caccia e si è nascosto in un armadio”

Pubblicato il 12/12/2018

Stando a quanto riportato da Blabbermouth, il vicino di casa di Pat O’Brien che si sarebbe visto il musicista piombare in casa prima di aggredire un poliziotto con un coltello e venire arrestato, ha dichiarato a ABC Action News che il chitarrista dei CANNIBAL CORPSE sembrava in preda di un’allucinazione e parlava di “rapimento” e del fatto che “che qualcuno gli stava dando la caccia”. Sempre secondo il vicino O’Brien era spaventato al punto che si sarebbe addirittura nascosto in un armadio.

Tutto questo mentre, ricordiamo, casa di O’Brien andava a fuoco e all’interno esplodevano delle munizioni e due lanciafiamme da guerra.

Mentre si attendono ulteriori sviluppi e O’Brien rischia parecchi anni di carcere, un fan ha lanciato una campagna di crowdfunding per pagargli avvocati, spese processuali e beni di prima necessità.

Artista: Cannibal Corpse | Fotografo: Enrico Dal Boni | Data: 27 luglio 2018 | Evento: Metaldays | Città: Tolmin (Slovenia)

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.