CHILDREN OF BODOM: la ex di Alexi Laiho accusa, “Quella donna lo ha assecondato nelle sue dipendenze”

Pubblicato il 05/02/2021

Alexi Laiho of Children of Bodom performs live at Alcatraz in Milan, Italy.

 

Dopo che la (a questo punto) “presunta” moglie di Alexi Laiho, l’australiana Kelli Wright-Laiho, ha postato delle foto dal funerale del musicista, Kimberly Goss dei SINERGY, ha dichiarato che in realtà Alexi era ancora legalmente sposato con lei, non avendo lui mai fatto formale richiesta di divorzio e pertanto il secondo matrimonio sarebbe illegale. Kimberly Goss, in una lunga dichiarazione rilasciata a BraveWords ha però aggiunto altri dettagli, accusando l’altra donna di aver assecondato le dipendenze da sostanze che alla lunga avrebbero portato alla morte Alexi:

“Ci è voluta tutta la forza che ho dentro di me per cercare di rimanere composta e con un tono adulto. Alexi sarebbe inorridito nel vedere il circo e la presa in giro che questa donna australiana ha creato attorno alla sua morte. Io sono solo un essere umano e qui c’è così tanto abuso e cattiveria che non riesco più a sopportarlo. Non continuerò a permetterle di disonorare la sua memoria, manipolando i suoi fan per donare soldi con false campagne GoFundMe o per far pensare al mondo che erano una coppia perfetta e felice. La sua ‘recita di vedova in lutto’ finisce oggi.
 
Non è altro che una sanguisuga affamata di attenzioni che ha predato con successo un uomo nel momento più vulnerabile della sua vita. Un tempo in cui la sua ragazza, i suoi più cari amici e i suoi più stretti alleati cercavano disperatamente di procurargli l’aiuto di cui aveva tanto bisogno. Aiuto che non era disposto a ricevere. Questa donna australiana è entrata in picchiata ed è diventata la persona che più lo supportava nelle sue cattive abitudini, evidenziando attraverso il suo account Instagram il loro ‘stile di vita glamour e rock n’roll’.
 
Chiunque legga questo articolo e abbia mai avuto esperienza con le dipendenze o conosca qualcuno che ha un problema di abuso di sostanze, saprà che le persone che hanno dipendenze tendono ad avvicinarsi a persone che legittimano il loro comportamento, persone che non dicono loro di no. Spesso lo si vede accadere a celebrità o rock star, perché tutti vogliono ‘un pezzo’ di loro. Sfortunatamente ci sono sub-umani depravati che non hanno coscienza o morale. Si rendono conto che l’unico modo in cui possono avvicinarsi a quella celebrità, è supportare la loro dipendenza, ignorando le conseguenze. Abbiamo tutti visto questa cosa capitare ad altre rock star, famosi comici, attori, atleti, ecc. È ora di aprire gli occhi e vedere la verità.
 
Ci sono state molte persone meravigliose nella vita di Alexi, fino al suo ultimo respiro. Persone che lo amavano e facevano davvero del loro meglio per aiutarlo. Lei non era una di loro. Alexi mi raccontò di come lei gli stesse facendo pressioni quasi quotidianamente per chiedere il divorzio da me e che lui la teneva a bada dicendole che mi rifiutavo di firmare i documenti. Naturalmente ora è stata rivelata la verità, ossia che in Finlandia la legge afferma che puoi divorziare dal tuo coniuge SENZA la firma dell’altra persona. Avrebbe potuto divorziare da me in qualsiasi momento negli ultimi dieci e più anni, senza il mio consenso o approvazione. Il fatto che non lo abbia fatto, la la dice lunga. Per quanto mi importi di Alexi, la sua riluttanza ad essere onesto con lei ha creato un’inutile tempesta di stress e caos nella vita di molte persone. Lo amavamo tutti, ma purtroppo aveva i suoi demoni.
 
Questa donna australiana ora è disperata perché sa che il suo complotto è fallito. Ha diffuso online delle bugie e false accuse su di me, provocando l’arrivo alla mia casella di posta di molteplici minacce da parte dei fan che hanno scelto di crederle. Il suo ultimo disperato tentativo di attirare l’attenzione è stato quello di pubblicare le foto del funerale che si è tenuto da sua sorella la scorsa settimana, con l’australiana che è stata indicata come ‘vedova’. Non mi interessa, ma è l’inganno ripugnante che c’è sotto che mi fa star male nel profondo. Chiamiamo [quel funerale] per quello che è DAVVERO: è stato il suo tentativo di limitare i danni per via di quella disgustosa campagna GoFundMe che una sua amicizia aveva organizzato per pagare le presunte ‘spese del funerale’ di Alexi.
 
Non dirò una sola parola negativa sulla sorella di Alexi. Sta soffrendo per la perdita del suo fratellino e viene orribilmente manipolata dall’australiana. Adoro con tutto il cuore e l’anima la sua famiglia finlandese. Sfortunatamente, il giudizio di sua sorella è stato offuscato dalle bugie. Ha fatto quel funerale illegalmente, a mia insaputa o senza il mio consenso, e senza la presenza dei suoi amici più cari. Avevamo tutti il ​​diritto di salutarlo e quell’opportunità ci è stata negata. Spero che un giorno sua sorella mi permetterà di mostrarle tutte le prove che ho sul mio telefono, tramite le parole che Alexi stesso mi disse circa l’australiana. Una donna che gli ha fatto pensare e sentire che era grasso, debole e inutile. Parole sue, non mie.
 
Ammettiamolo, Alexi ha trascorso la maggior parte della sua vita con i suoi compagni di band, i suoi amori e i suoi amici più cari. Rientro in ogni categoria. La sua famiglia finlandese, per quanto adorabile possa essere, era molto lontana dalla sua vita quotidiana. Non posso biasimare sua sorella per non aver capito cosa stesse succedendo, ma posso sperare che un giorno finalmente riuscirà a vedere la verità.
 
Sia chiaro, non sto in alcun modo incolpando l’australiana per la sua morte. Alexi era un ragazzo adulto e poteva prendere le sue decisioni. Tuttavia, se ami veramente qualcuno, l’ultima cosa che gli fai è assecondare i suoi comportamenti di dipendenza, quando sai che questi lo stanno uccidendo. Ho cercato di augurarle pace, amore e luce in questo periodo difficile, ma lei sta rendendo impossibile trasmetterle questi sentimenti. Ha una figlia innocente che so che Alexi amava profondamente. Spero che questa donna metta fine a questa trovata pubblicitaria per il bene di sua figlia. Essendo io stessa una madre, non vorrei mai vedere questo brutto dramma diventare una cosa pubblica.
 
Sono sicuro che ci sarà chi mi criticherà e punterà il dito contro di me e dirà che non sono migliore di lei, ma ricordate che non ho iniziato io questo casino. Spero solo di chiarire tutto quanto una volta per tutte. Ero disposta a tenere per me tutti i suoi imbarazzanti segreti, perché niente di tutto ciò lo avrebbe riportato indietro. Tuttavia, quando sono iniziate le minacce, ho avuto l’obbligo di difendermi. La verità è assolutamente importante.
 
Per l’australiana: ferma questa follia, sii una madre per tua figlia e lascia che Alexi riposi finalmente in pace. Non ti auguro alcun male, ma devi crescere e fare un serio esame di coscienza. Prenditi del tempo per guarire prima di apparire ancora più sciocca di quanto tu non sia già.
Kimberly Goss

 

Limberly Goss e Alexi Laiho

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.