DAMNED PILOTS: il nuovo album “Overgalaxy”

Pubblicato il 15/12/2016

Riceviamo e pubblichiamo:

​I Damned Pilots annunciano il nuovo album ‘Overgalaxy’ in uscita il 15 dicembre 2016 via Sliptrick Records.‘Si tratta di un concept album in spirito steampunk‘, racconta Don Nutz, batterista e fondatore della band che si prepara ad un nuovo tour da marzo 2017. ‘Protagonisti di questa nuova avventura sono i Damned Pilots, cioè Don Nutz, Sgt Ote, Willer Hz e Erik Space che, a bordo di un furgoncino hippy anni Settanta, viaggiano nello spazio combattendo contro il loro nemico di sempre Gorguss’.

damned-pilots-overgalaxy-2016

TRACKLIST
01. INTRO
02. DAMNED PILOTS
03. SEASON OF THE ENDING
04. DESERT EUROPA
05. JUST ANOTHER DAY
06. GORGUSS
07. HELL IS COLD
08. PEOPLE DON’T DIE
09. SYLVANIC
10. MOS

‘Overgalaxy’ è stato registrato al Track terminal Studio di Trieste da Francesco Bardy, eccetto ‘Just Another Day’ e ‘People Don’t Die’ che sono state registrate da Paul Van Rijswijk al Voodoosound Studios di Ijmuiden in Olanda. Il disco è prodotto da Ron Goudie (Gwar, Death Angel, Poison), ed è mixato e masterizzato dal leggendario Bill Metoyer, producer di W.A.S.P., Trouble e Slayer. L’artwork di copertina è opera del graphic designer filippino Uzi Emperado.

L’album contiene nove tracce scritte da Don Nutz e Sgt Ote, più ‘Hell is Cold’ che è scritta da Ron Goudie. I testi, scritti da Sgt Ote, parlano di amore e odio, guerra e pace, passato e futuro, ribellione contro il sistema, oltre al senso dell’umorismo tipico di uno sci-fi b-movie. Lo stile spazia tra un metal in mid tempo con groovy ed effetti psichedelici combinati con melodie orecchiabili. ‘Damned Pilots’ e ‘Season of the Ending’ sono due brani decisamente martellanti nei contenuti metal, groove dominati da possenti e solidi riff.

‘Desert Europe’ è un brano profondo, lento e con influenze black metal caratterizzate da una voce metallica. ‘Just Another Day’ e ‘People Don’t Die’ sono due ballate ben diverse tra loro, ‘Gorguss’ è una canzone doom pop orecchiabile caratterizzata da riff monolitici e melodie memorabili. ‘Hell Is Cold’ è il singolo dell’album scritto dal produttore Ron Goudie, ‘Sylvanic’ parla dell’esistenza di Bigfoot su altri pianeti, un potente crossover tra rock classico e metal anni ’90, ‘Mos’, scritta insieme a Mos DJ, si spinge in direzioni di genere drone e noise.

Tra le principali influenze dei Damned Pilots ci sono i Kiss, Monster Magnet, Trouble, Beatles, Mayhem, Turbonegro, Voivod, Ghost, Devil’s Blood, Black Sabbath, Pink Floyd, Electric Light Orchestra.

riferimenti web

https://www.facebook.com/damnedpilots/?fref=ts

http://www.damnedpilots.com/

http://sliptrickrecords.com/

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.