DEATHSTARS: “Made In Germany 2011” tour diary

Pubblicato il 09/11/2011

Metalitalia.com  va on the road con i Deathstars! Il gruppo industrial-gothic metal svedese ci renderà partecipi delle sue esperienze nel corso del “Made In Germany 2011 European Tour” di supporto ai Rammstein; tour che è iniziato pochi giorni fa e che si protrarrà per tutto il mese di novembre e gli inizi di dicembre. Whiplasher e compagni terranno per noi un allucinato tour diary che verrà aggiornato giorno dopo giorno (o quasi) con commenti e fotografie, il tutto naturalmente all’insegna dell’umorismo e della spavalderia che da sempre contraddistinguono la formazione. Preparatevi (al peggio!) e immergetevi nelle loro Nights Electric Nights…

Giorno #1 Gothenburg 02-11-2011
Sticky Fingers

Abbiamo preso il treno da Stoccolma a Gothenburg, da dove ha inizio il nostro tour, e abbiamo avuto mille cose da fare prima del concerto. Quest’ultimo è andato abbastanza bene, nonostante si sia trattato del nostro primo show negli ultimi 14 mesi. Prima dei bis, mentre siedevamo appena fuori dal palco, Whiplasher ha vomitato sulle scale per la stanchezza. Tuttavia, è riuscito a rimettersi insieme per suonare un’ultima canzone. Bravo ragazzo, non sta benissimo al momento, ma è riuscito a prendere parte allo show nonostante i problemi allo stomaco. In ogni caso, è stato bello tenere un warm up-show qui a Gothenburg e incontrare vari vecchi amici. Ora è tempo di un sofisticato bus-party sino al confine della Danimarca. Il continente ci aspetta…

Giorno #2 Odense 03-11-2011
Kansas City

Ahh… la Danimarca. Le palle della Scandinavia. Siamo felici di essere qui. Stiamo tutti trovando un po’ di tempo per il relax nel locale, eccetto Cat e Vice, che si sono immediatamente recati all’IKEA per comprare delle polpette svedesi, qualche addobbo natalizio e un paio di alci per abbellire l’interno del bus.

Ore 16:00, ecco cosa stanno facendo i ragazzi:

* Skinny e Whip stanno ascoltando un po’ di sleaze finnico – Smack e Hanoi Rocks – nel camerino e facendo interviste.
* Vice siede sulla sua batteria, leggendo magazine per batteristi e pensando a dei tamburi.
* Nightmare è al telefono con il manager – pare incazzato. Probabilmente abbiamo perso qualcosa a Gothenburg.
* Cat sta giocando a Wordfeud, mezzo nudo, in un altro camerino.

Concerto finito! Bell’esibizione! Day off a Berlino domani, e quindi viaggio per Bratislava, dove incontreremo i Rammstein. Stiamo lasciando le palle della Scandinavia per giungere nel cuore della Germania – Berlino. La capitale dei party.

 

Day #3 Berlino 04-11-2011
Day Off

Siamo arrivati a Berlino con grandi aspettative come sempre. E’ una città che abbiamo visitato tantissime volte, ma, nonostante ciò, abbiamo impiegato 5 ore per trovare un bar decente che fosse appropriato per i nostri stati non-mentali. Dopo abbiamo incontrato qualche vecchio amico ad Alt-Berlin e la band e la crew si sono separate, pur essendo nello stesso posto nello stesso momento. Accade ogni giorno.

Day #4 Bratislava 05-11-2011
Day off

Party. Questo ragazzo, Mario, ci ha mostrato alcuni bar. La band e la crew si sono divertite un mondo, ma il nostro tecnico della batteria Saso è stato pestato e derubato da una decina duìi ragazzini locali. Era un disastro quando è tornato alle 7 del mattino e faceva fatica a camminare e a parlare. Comunque, è stata una bella giornata. Bratislava di sabato sera ovviamente non è soltanto ultra-violence, è anche ultra-darkness.

Day #5 Bratislava 06-11-2011
Zimný Stadión
Primo show con i Rammstein. Dovremmo fermarci a scrivere qui. Tutto di questo giorno (e di questa notte!) dovrebbe essere consurato a causa di questioni politiche e religiose, relazioni e rapporti diplomatici. Comunque… la loro produzione è incredibile. E, come capirete dal prossimo post, abbiamo avuto a che fare con della vera follia.

Giorno #6 Ljubljana 07.11.2011
Day off

Siccome Saso è stato rapinato e pestato l’altra sera, abbiamo trascorso questa serata a Ljubljana per dargli modo di sistemare le cose con la sua banca. Abbiamo incontrato il nostro amico Roman e la serata si è conclusa con pivo e kebab.

Giorno #7 Zagabria 08-11-2011
Arena

Metal-Gym day. Tutti erano in modalità fitness. Vice si stava concentrando sui suoi esercizi di pilates, mentre Nightmare sollevava casse di birra. Whiplasher stava smanettando con il suo nuovo aggeggio “Shake Weight For Men”. Skinny invece faceva gli addominali e ogni volta che arrivava su poteva avere un sorso di birra come premio. Infine siamo molto orgogliosi di Cat: è riuscito a portare la sua borsa nel camerino per la prima volta.

Giorno #8 Budapest 09-11-2011
Day off

Budapest è sempre un buon posto per noi. Abbiamo iniziato facendo shopping al mercato. Dovevamo assolutamente rifornirci di olio al tartufo e polvere di paprika. Quindi siamo andati a visitare uno strip-club e abbiamo trascorso del tempo con alcune simpatiche e belle dipendenti che ci hanno mostrato le attrattive dell’Ungheria.

Giorno #9 Budapest 10-11-2011
Sportarena

Bel concerto! Sold out, di nuovo. Il nostro amico Biffen della Dunlop ci ha fatto visita con un nuovo carico di corde e stomp-box. Siamo già arrivati al punto in cui è difficile capire che giorno sia. Vediamo la luce del sole al massimo per 10 minuti ogni giorno a causa dei nostri paty selvaggi, arene gigantesche con luci fluorescenti e docce fredde. Esattamente come piace a noi.

Giorno #10 Praga 11-11-2011
Day off

Il compleanno di Nightmare. Quando il bus ha parcheggiato nella città vecchia, tutti sono andati in direzioni diverse. Nightmare ed Ewelina si sono rifugiati in un hotel, Skinny & Vice sono andati a fare shopping, Whiplasher ha incontrato sua madre, padre, sorella e nipote. Cat è andato a visitare la città con i suoi genitori. Più tardi ci siamo ritrovati tutti in un pienissimo Harley Bar e la serata si è conclusa presso il club Darlings.

Giorno #11 Praga 12-11-2011
O2 Arena

È difficile scrivere delle giornate in cui suoniamo. Tutto è sempre uguale. Ci siamo alzati nel pomeriggio, fatto colazione con il catering offerto, rilasciato interviste, riscaldati, tenuto lo show, riposati, lavati, cenato, visto un po’ di Rammstein, salutato i fan e organizzato un party.


Giorno #12 Poznan 13-11-2011
Day off

Un giorno molto freddo e grigio in quel di Poznan. Per fortuna, alcuni di noi sono almeno riusciti a visitare la città. Per colazione siamo entrati in un bar chiamato Dragon. Dopo aver ordinato da mangiare ci stavamo apprestando a seguire la Formula 1 in TV, quando un gentlemen polacco si è avvicinato e ci ha offerto un drink. Un litro di whiskey dopo siamo finalmente riusciti a mangiare e a guardare la corsa. La gang è ufficialmente di nuovo in modalità party. again. Saso e Skinny sono persino riusciti a prendere un taxi, fare il giro dell’isolato e capitare nello stesso identico bar.Non siamo sicuri di ciò che volessero fare. Skinny, comunque, ancora una volta è riuscito a essere l’ultimo a rimanere in piedi. Incamminandosi nella direzione sbagliata si è imbattuto in un gruppo di 14 uomini guidati da un tizio coi capelli lunghi e la barba chiamato Jesus. Skinny gli ah chiesto il numero di telefono pensando che sarebbe stato bello rimanere in contatto e Jesus ha concluso la serata mostrando a Skinny la via per il bus.

Giorno #13 Gdansk/Sopot 14-11-2011
Ergo Arena

Primo giorno a Gdansk. Siccome staremo qui due notti e niente deve essere spostato, tutti nel backstage erano in modalità super-ultra-party. Sembra che stiamo definitivamente riacquistando confidenza con il palco. Abbiamo cambiato un po’ la setlist e tutto va per il meglio ora.

Giorno #14 Gdansk/Sopot 15-11-2011
Ergo Arena

Abbiamo praticamente preso possesso del nostro camerino. Ognuno ha marcato il suo territorio e ora lo consideriamo casa. Skinny ovviamente ha allestito la sua palestra e ha persino convinto Cat a unirsi a lui. Whiplasher ha un ufficio con laptop e vodka, Nightmare compone riff in un angolo e Vice ha trovato il suo posto al cesso per problemi di stomaco. Oggi è anche il giorno di una sessione fotografica con il talento Carbu. Sotto una foto di Nightmare e Adam (Behemoth).

Giorno 15# Poznan 16-11-2011
Day off

Stiamo iniziando a conoscere questa città. Abbiamo deciso di fare qualcosa insieme oggi. La crew e la band si sono diretti in centro dove abbiamo trovato un ristorante chiamato La Scala. Miglior cibo e vino che abbiamo trovato in questo tour per ora. Whip, Skinny e il nostro ingegnere del suono Micke CD sono poi andati a visitare altre parti della città e sono riusciti a provare qualche altro bar prima della fine della serata.

Giorno #16 Leipzig 17-11-2011
Arena

Questa arena dovrebbe chiamarsi “Stretta”. Il backstage è talmente piccolo che siamo stati costretti a spostarci in un container rosso situato al di fuori dell’edificio. Per fortuna c’era l’elettricità, così Cat ha potuto stirarsi i capelli. Skinny invece non stava bene e si è diretto sul bus per la prima serata tranquilla di questo tour. Tutti gli altri hanno fatto l’opposto. Vice correva in giro in mutande, Whiplasher sollevava ragazze come se fosse a una prova di forza, Nightmare si è scolato mille birre sul bus e Cat è andato a bere assenzio in un bar con Saso.

Giorno #17 Leipzig 18-11-2011
Arena

Ci siamo stancati del piccolo container rosso e abbiamo deciso di fare qualcosa. Abbiamo iniziato con il pulirlo e con il sistemare il mobilio. Quindi abbiamo appeso delle copie di vecchi dipinti ai muri e, infine, Cat è arrivato con la ciliegina sulla torta, ovvero fiori freschi comprati al mercato. E’ stata la cosa migliore da fare, perchè subito tutti si sono subito tirati su di morale. Cat era così felice che si è spogliato e ha iniziato a correre nel parcheggio in mutande e stivali.

Giorno #18 Lichtenfels 19-11-2011
Paunchy Cats

Whip e Saso hanno trascorso l’intera giornata in ospedale per dare una controllata ai loro corpi. Whiplasher è arrivato sul palco in stampelle, ma il party della serata è stato un vero chaos. Bel locale, ma forse il più piccolo in cui abbiamo suonato. Un grande ringraziamento a Sebastian, che gestisce il posto, per averci intrattenuto alla grande, e a tutti i die hard fan che ci hanno accolto.

Giorno #19 Lichtenfels 20-11-2011
Day off

Tutti hanno trascorso parecchio tempo presso l’hotel. Nel pomeriggio ci siamo recati presso il Pain for Art Tattoo, che si trova sopra il Paunchy Cats, dove Skinny, Cat, Vice e la nostra crew si sono fatti tatuare da un ragazzo di nome Andy. Skinny si è fatto tatuare REDD NEKK sulle nocche, Vice un corvo sul braccio, Saso una stella rossa sulla caviglia, Vinnie qualcosa sulle mani e Cat un disegno sul petto in memoria del suo povero cane Werner.

Giorno #20 Friedrichshafen 21-11-2011
Rothaus Halle

Whiplasher ha trascorso la giornata con un altro dottore per un problema al ginocchio, Vice ha incontrato una ragazza, Skinny, Cat e Night sono rimasti nel backstage ad ascoltare Onkel Kånkel. Quando l’obbligatorio after-show party è iniziato, Skinny ha preso controllo della musica ae ha fatto il DJ per il resto della serata. Cosa molto apprezzata. A party concluso, ci siamo trasferiti sul bus e la follia è esplosa definitivamente: Skinny, Whip, Cat, Saso e Vinnie hanno dato vita a un progetto hip-hop e siamo andati avanti a rappare sino a tarda mattinata.

Giorno #21 Monaco 22-11-2011
Olympiahalle

Quando ci siamo svegliati siamo tutti rimasti sorpresi nel vedere l’autista di riserva, Johannes. Ha dovuto dare una mano perchè il nostro solito autista, Scott, è stato costretto a correre in ospedale per una visita di emergenza. Moncao è sempre una città speciale per noi, ma oggi lo è stata ancora di più, visto che ci siamo esibiti nella storica Olympiahalle. Abbiamo pensato al massacro del 1972. Il nostro buon amico Mirko ci ha raggiunto dall’Italia e sono venuti anche dei ragazzi della casa discografica a farci visita. Till dei Rammstein ha portato qualcuno nella sua lussuosa suite e quel posto è stato letteralmente stravolto.

Johannes & Whiplasher


Giorno #22 Monaco 23-11-2011
Day off

Abbiamo scoperto un paio di giorni fa che non avremmo suonato a Vienna per questioni logistiche, così abbiamo deciso di rimanere a Monaco. Abbiamo parcheggiato nei pressi del Backstage club e siamo andati alla ricerca di nuove avventure. Skinny, Whip, Cat e Vinnie sono andati in un tipico ristorante bavarese per una Weiner-Schnitzel ed Erdinger weißbeer. Nightmare ed Ewelina hanno visitato la Hof Brauhaus per cena e tutti gli altri sono rimasti in prossimità del bus con del cibo cinese. In serata abbiamo visto un’ottima band folk/punk chiamata Fat Irish Bastard nel Backstage club.

Giorno #23 Berlino 24-11-2011
Day off

Ah, un altro day off. Siamo giunti alla conclusione che questi day off sono troppo pericolosi per noi, perchè i party iniziano sempre presto e finiscono molto tardi. La maggior parte della band e della crew sono andati in un hotel a Friedrichshein ma Skinny e Vice si sono fermati in un ostello chiamato Heart of Gold nel quartiere Mitte. Dopo una cena da White Trash abbiamo fatto un giro al bar Tausend e poi al party per il decimo anniversario del Sage-club.

Giorno #24 Berlino 25-11-2011
O2 World Arena

Avevamo tutti grandi aspettative per questo show, visto che siamo nella città natale dei Rammstein. L’Arena è nuova e modernissima. Vinnie ha avuto l’opportunità di stirarsi i capelli, truccarsi e indossare una vecchia giacca e un cappello di Whip: ha destato molta attenzione mentre si occupava delle luci durante lo show. Abbiamo incontrato tanti amici e dopo il concerto siamo tutti andati alla Festhalle Kreuzberg e la “serata” si è conclusa alla 9 del mattino presso Trink-Teüfel.

Giorno #25 Berlino 26-11-2011
O2 World Arena

Secondo giorno alla O2 World Arena. Ci siamo svegliati tardissimo a causa del party precedente, ma si è trattato di uno dei migliori show del tour. Subito dopo siamo tornati da White Trash per un altro party. L’altro gruppo di Vice, i Crescendolls, sono scesi dalla Svezia è hanno suonato per 45 minuti. Quindi Vice ha tenuto due show in un giorno. 22 persone dalla Svezia sono anch’esse venute al concerto grazie a Rockflyget (the Rock flight). Madness!

Giorno #26 Berlino 27-11-2011
Day off

Tutti stavano smaltendo i postumi della sera precedente tranne Skinny. Ho iniziato la giornata con una lunga camminata a Mitte e poi ho visto la Formula 1 con alcuni amici dell’ostello. Quindi ho incontrato il mio amico Damon, con il quale sono stato invitato a una cena per il Giorno Del Ringraziamento, in ritardo, a casa di amici. Un sacco di cibo e di birre non ci hanno impedito di fare visita a un paio di bar sulla strada per il bus. Prossima tappa: Amburgo.

Giorno #27 Amburgo 28-11-2011
O2 World Arena

L’arena è fuori città quindi siamo rimasti intrappolati nel backstage tutto il giorno. Non abbiamo avuto una chance di lavare i nostri vestiti di scena per parecchio tempo, quindi la puzza in camerino era insostenibile. Cat e Skinny hanno anche la febbre e tutto sembra grigio. Lo show è comunque partito bene, ma dopo un paio di pezzi la chitarra di Cat ha iniziato a fare dei rumori strani. Saso e Cat hanno provato a cambiare sia chitarra che amplificatori, ma non è servito. Quindi l’atmosfera nel backstage non è stata delle migliori dopo show. A volte va proprio tutto storto.

Giorno #28 Brema 29-11-2011
Bremen Arena

Giudicando dalla birra che proviene da questa città, non ci aspettavamo niente di buono quest’oggi. NESSUNO di noi beve la Becks e onestamente non abbiamo mai conosciuto qualcuno a cui piacesse. È sempre l’ultima birra che rimane ai party. Comunque, nonostante il nostro odio per la birra, la giornata è andata molto bene. Camerino spazioso e show divertente. Indovinate come si è conclusa la serata? Sì, tutti si sono ubriacati… fun!

Giorno #29 Groeningen 30-11-2011
Vera

Uno degli aspetti positivi del suonare in Olanda è che vieni sempre trattato alla grande. Finalmente abbiamo avuto modo di lavare i vestiti di scena, ne avevano proprio bisogno. Poi deve esserci del caffè buonissimo da queste parti, perchè chiunque esce da un coffee shop ha un grosso sorriso stampato sulla faccia! Dopo lo show ci siamo ritrovati a bere con alcuni ingegneri aereonautici, i quali ci hanno offerto i loro servigi. Se solo riuscissimo a ricordare dove hanno parcheggiato il nostro jet privato…

Giorno #30 Strasburgo 01-12-2011
Zénith

Bellissimo locale. I nostri amici di VeramMnis Music sono arrivati per fare delle foto durante lo show e per organizzare un party… e che party! Nei camerini non c’era ventilazione, siamo stati costretti a stare nei corridoi e il tutto è finito in un disastro. Cat e Till si sono cimentati in una gara di slapfighting e Cat non se l’è cavata male, anche se sappiamo tutti chi abbia vinto (è stato come vedere Thor colpire una ragazzina).

Giorno #31 Lussemburgo 02-12-2011
Rockhal

Siamo stati in questo posto un paio di volte, ma sempre in una sala minore. È costruito in maniera perfetta e l’acustica è eccellente. Whip è tornato dal supermarket più felice che mai, con due borse piene di vodka e gin, urlando: “Non costa niente, dovete andarci”. E tutti ci sono andati. Siamo stati in Lussemburgo 3 volte e sinora abbiamo visto solamente il locale e il supermarket. Per fortuna, Skinny ha conosciuto una guida turistica nel corso della serata, che ci ha promesso di mostrarci la città la prossima volta. Ottimo!

Giorno #32 Bochum 03-12-2011
Zeche

Headlining show a Bochum. Abbiamo suonato qui tantissime volte, ma mai in questo locale. L’ultima volta che eravamo qui, ci siamo ritrovati nel bel mezzo di un’allarme bomba! Comunque, ci siamo trovati benissimo… a quanto pare, questo è un locale leggendario, aperto da 30 anni, e che ha ospitato varie band famose. Lo show è andato benissimo e subito dopo c’è stata una serata hip-hop/dance/techno. Perfetta per noi, abbiamo ballato sino a quando le nostre scarpe sono andate in fiamme. Whip e Skinny hanno conosciuto degli avvocati e dei criminali ed è sembrato un paradosso identificarsi con loro.

Giorno #33 Düsseldorf 04-12-2011
ISS Dome

Primo giorno qui, camerino piuttosto piccolo. Ma pazienza, suoniamo quasi ogni sera su un palco enorme, non è il caso di lamentarsi troppo. Mi piacerebbe spendere tante parole su questa serata, perchè ci siamo ritrovati in uno dei migliori party di sempre, ma per il bene delle oltre 100 persone coinvolte, è meglio che non lo faccia. Comunque, come ha detto il nostro autista Scott: “BEST NIGHT EVER”. Lasciatemi solo dire che è stato un lussurioso e depravato “penthouse-party”, sotto ogni aspetto.

Giorno #34 Düsseldorf 05-12-2011
ISS Dome

Aouch! Grossa sbornia per tutti, tranne che per il nostro uomo delle luci Vinnie. Tutti lo hanno preso in giro per essersene andato a dormire presto proprio la sera in cui abbiamo organizzato il party migliore. Comunque, è davvero brutto restare chiusi in un piccolo camerino quando hai i postumi di una grande bevuta. A un certo punto abbiamo anche pensato di annullare il concerto perchè stavamo tutti male, ma una volta sul palco ci sono tornate le energie e ci siamo divertiti.

Giorno #35 Düsseldorf 06-12-2011
ISS Dome

Oggi è stato Vinnie a presentarsi a pezzi. A quanto pare ha avuto un bel after-party nel suo hotel. È riuscito a dormire solo due ore prima del check-out. Ci ha raggiunto ancora ubriaco, tanto che strisciava contro i muri alla ricerca del camerino. Apprezziamo davvero questo tipo di comportamento in un tecnico luci. Non so quante persone erano alla festa di Vinnie, ma tra il pubblico c’era parecchia gente storta. Comunque, anche il nostro party è stato divertente: Skinny come DJ e Cat come ballerino.

Giorno #36 Francoforte 07-12-2011
Day off

Abbiamo parcheggiato il bus di fianco a un hotel non lontano dalla Festhalle. Abbiamo temuto per le nostre vite quando un grosso temporale ci ha svegliato in mattinata: sembrava quasi di essere nel mezzo di un terremoto! Nightmare ed Ewelina hanno preso una camera e chissà cosa è successo là dentro. Skinny ha trascorso tutto il giorno nella lobby a rispondere a email, mentre un ballerino della Frankfurt Opera continuava a offrirgli drink. Whiplasher è andato invece in centro a vedere El Clasico in uno sports bar assieme ad alcuni amici calciatori svedesi che hanno promesso di venire al concerto domani. A quanto pare, dopo la partita sono stati rapiti da un tassista che li ha portati in un vodka bar dove c’erano donne nude.

Giorno #37 Francoforte 08-12-2011
Festhalle

Prima del tour abbiamo cercato informazioni su alcune delle arene in cui ci saremmo esibiti e questa ci aveva immediatamente esaltato: una sala concerti vecchia di un secolo, strutturata come una stazione ferroviaria. Lo show è stato uno dei migliori di tutto il tour e la folla sembra averlo apprezzato molto. Dopo il concerto, la nuova amica di Whiplasher Jessica Landström, attaccante della nazionale svedese, ci ha fatto visita e abbiamo dato vita a un bel party. Siamo finiti senza magliette e cosparsi completamente di alcol… la solita serata.

Giorno #38 Frankfurt 09-12-2011
Festhalle

Pensavamo che non saremmo riusciti a ripetere lo show di ieri sera a causa del party, ma devo dire che siamo riusciti a fare anche di meglio, sia sul palco che fuori! Siamo giunti a un punto in cui a ogni party tutti si aspettano che Skinny faccia il DJ e sappiamo tutti che lui non riesce a dire di no all’alcol e all’attenzione. Simultaneamente, nel camerino, il nostro iPig stava conducendo un party per coloro che detestano le disco-hit che Skinny normalmente suona. Sfortunatamente, l’iPig ha lavorato così tanto da infortunarsi. Il giorno seguente non riusciva ad emettere un suono e abbiamo pensato di ritirarlo da questo tour.

Giorno #39 Stoccarda 10-12-2011
Schleyer-Halle

Ci siamo svegliati e la prima cosa che abbiamo visto è stata questa “big-fucking-world-tour-snowboard-big-jump-thing”, e subito abbiamo pensato: “Vice che cosa ha dato al nostro autista Scott? LSD?”. Non sarebbe una sorpresa. Comunque, sull’altro lato della strada c’era la Porsche Arena Schleyer-Halle e, di fianco ad essa, il Palm Beach Sports Club. Dopo il concerto – che è stato sudato e sexy come al solito – alcuni di noi sono andati lì e hanno ordinato Long Islands e dei grossi piatti, ma quando ci siamo accorti che il segnale delle TV era pessimo e non riuscivamo a seguire le partite, ce ne siamo andati senza pagare e ci siamo rifugiati nel backstage per un ennesimo party con i Rammstein.

Giorno #40 Romagnano Sesia 11-12-2011
Rock n’ Roll Arena

Il nostro ultimo headline show in questo tour. Quando Skinny e Cat si sono svegliati in mattinata hanno avuto un deja vu: “Siamo stati qui in passato”. In effetti, ad aprile avevano suonato qui con la sleaze rock band VAIN. Comunque, una volta dentro, ci siamo accorti che avremmo preso parte a un mini festival con 5 band. È stata dura non bere troppo prima dello show. In tour il pericolo maggiore è l’attesa, perchè se ti ritrovi in un camerino senza internet e circondato da alcol è facile mettersi a bere. Fortunatamente, abbiamo tenuto alcune interviste e incontrato degli amici venuti da Milano. La band immediatamente prima di noi, i finlandesi Reckless Love, sono stati bravissimi ed è stato un piacere guardarli. Il nostro show è stato divertente, anche se abbiamo avuto alcuni problemi coi monitor. Il pubblico però è parso entusiasta e la serata si è conclusa in una grossa bevuta, dominata da Saso.

Giorno #41 Zurigo 12-12-2011
Hallenstadion

Sicuramente il camerino più piccolo in questo tour. Il soffitto era alto più o meno un metro e mezzo e la stanza non più ampia di 4 metri quadri. Quando siamo andati a mangiare ci siamo imbattuti nei Red Hot Chili Peppers, che ci hanno detto che avrebbero suonato qui domani. Ecco perchè non ci è stato permesso di fare un after party: non ci sarebbe stato il tempo per sistemare il locale dopo il nostro passaggio. Ma non ci siamo dati per vinti: abbiamo preso un po’ di bottiglie e abbiamo raggiunto Till nel suo camerino, dove si era rintanato con amici e famigliari. Ci è voluto solo mezzora e una bottiglia di tequila per ribaltare il tavolo con i drink, spogliarci e iniziare a fare wrestling. Yay!

Giorno #42 Lichtenfels 13-12-2011
Day off

Abbiamo cercato di recuperare le energie dopo il party di ieri: non ci siamo mossi dall’hotel. Whip non si è sentito bene e ha noleggiato la SPA e la sauna, che non hanno fatto altro che peggiorare le sue condizioni. Nightmare aveva la febbre e non ha fatto proprio nulla per l’umanità in questa giornata – beh, lui non rappresenta poi molto per l’umanità, dopo tutto. Skinny, Cat e Vinnie sono andati al Paunchy Cats per un x-mas party con Jinx e il resto dello staff del club. Vinnie ha vinto il drinking contest della serata: ci sono volute tre persone per metterlo a letto.

Giorno #43 Berlino 14-12-2011
O2 World Arena

Rieccoci al O2 World: sembra quasi la nostra seconda casa. Due giorni fa a Zurigo Whiplasher è caduto dalle scale sul palco e si è fatto piuttosto male, anche se non ci aveva prestato attenzione. Oggi abbiamo tutti notato i suoi lividi! I Rammstein e la crew ci hanno portato in un grosso Biergarden dopo lo show, dove ci hanno rimpinzato con cibo e drink. Una volta chiuso, ci siamo spostati in un bar chiamato Nemo. Quando Skinny si è accorto di non avere contanti, si è messo alla ricerca di un bancomat, ma dopo un po’ si è imbattuto in Christoph “Doom” Schneider che si è offerto di prestargli €50. Errore madornale, perchè così Skinny ha speso quasi tutto ed è stato costretto a chiedere aiuto a Whiplasher e a un travestito per ritrovare il bus.

Giorno #44 Berlino 15-12-2011
O2 World Arena

Skinny ha trascorso buona parte della giornata cercando di ricordare quanto avvenuto ieri sera, sino a quando qualcuno gli ha ricordato del prestito di Christoph. Quando lo ha raggiunto per restituirgli il denaro e ringraziarlo, Christoph ha risposto: “Quale prestito”?. Evidentemente, anche lui era ancora intossicato. Apprezziamo moltissimo questo tipo di comportamento in un gruppo headliner. Eravamo tutti eccitati all’idea di tenere l’ultimo show del tour e abbiamo speso tutte le energie rimaste sul palco. Quando siamo tornati nel backstage eravamo ancora così in forze che abbiamo immediatamente dato vita all’ennesimo after party.

Giorno #45 verso casa 16-12-2011
Giorno di viaggio

Ci siamo svegliati quando il bus era già nel sud della Svezia, diretto a Stoccolma. Questo tour è stata un’esperienza grandiosa per ognuno di noi. Siamo stati trattati bene e il nostro umore è stato buono per la maggior parte delle date. Solo Vice si è ammalato davvero a un certo punto e, anche se ora il nostro sistema immunitario è in ginocchio e temiamo delle ricadute. siamo contenti di essere a casa. Un grande grazie ai Rammstein e alla loro crew per  il loro aiuto e per averci dato questa opportunità. E grazie a tutti i fan per essere accorsi agli show. See ya soon!

PROSSIMI CONCERTI

4 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.