DECAPITATED: il comunicato della band dopo il ritiro delle accuse di stupro e rapimento

Pubblicato il 08/01/2018

Dopo il ritiro delle accuse di stupro e rapimento a loro mosse negli scorsi mesi da una donna e per le quali erano in attesa di processo a Spokane, Washington, i DECAPITATED hanno diffuso il seguente comunicato:

“Tutti le accuse contro i DECAPITATED sono state formalmente ritirate. Arrestati l’8 settembre a Santa Ana mentre si trovavano in tour, i membri della band sono rimasti in carcere fino a dicembre, quando sono stati rilasciati in libertà condizionata. Le nuove prove hanno aiutato a dimostrare l’innocenza della band. Sebbene queste prove sarebbero state presentate durante il processo, la band accoglie con piacere la decisione di far cadere i capi d’accusa ed è entusiasta di poter fare ritorno a casa in Polonia. I membri dei DECAPITATED, Wacław, Rafal, Michał e Hubert, inviano un sentito ringraziamento ai fan, amici e famiglie e a chi li ha supportati durante questo difficile periodo”.

PROSSIMI CONCERTI

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.