Download illegale in calo e industria musicale che torna a crescere

Pubblicato il 01/03/2013

Come riportato da The Hollywood Reporter e Metal Injection, nel 2012 l’industria della musica ha avuto un rialzo nelle entrate. Sebbene la percentuale indicata dal report della Federazione Internazionale dell’Industia Fonografica sia solo un misero +0,3% rispetto all’anno precedente, è un segnale positivo che non si registrava dal 1999. Il dato globale è di 16,5 miliardi di dollari e il rialzo è stato determinato soprattutto dall’aumento delle vendite di musica in formato digitale, cresciute del 9% e arrivate alla cifra di 5,6 miliardi di dollari. Notevole anche l’incremento del 44% derivato da abbonamenti a servizi legali di streaming, il cui giro d’affari complessivo si attesta sui 20 milioni di dollari.  Questo trend sembra andare di pari passo con una sorprendente diminuzione del download illegale che nel 2012 ha fatto segnare un -26% rispetto al 2011 di file scaricati da servizi peer-to-peer e un -28% da siti di condivisione di file. Notizie positive che in un periodo di crisi come quello che stiamo vivendo, non possono che far piacere agli amanti della musica.

cd

38 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.