DROPKICK MURPHYS: concerto di Roma interrotto per tafferugli (aggiornata)

Pubblicato il 07/06/2012

Ieri sera il concerto dei DROPKICK MURPHYS, band americana che suona celtic punk con forti rimandi alla cultura celtico-irlandese e che richiama un pubblico molto eterogeneo a livello politico, è stato interrotto per seri disordini in seguito ad un’aggressione perpetrata da una cinquantina di persone che fanno riferimento alla sezione romana di Casa Pound.

Dopo circa tre canzoni infatti, sono inziati i disordini con cori “Duce, Duce” e “Zippo Libero” (responsabile del IV Municipio a Roma di Casa Pound, attualmente agli arresti domiciliari in confino da Roma in seguito all’aggressione di un’antagonista politico che stava affiggendo dei manifesti) e con i primi accenni di rissa e tanto di bandiere di Casa Pound che svolazzavano. Il gruppo ha interrotto una prima volta il suo show, chiedendo alla gente di tenere fuori la politica dallo spettacolo. Ma dopo altri 5 o 6 pezzi, la rissa entrava nel vivo con il pestaggio di chiunque osasse rimproverare gli aggressori, i quali hanno usato addirittura fumogeni, tirapugni, cinte e spray al peperoncino, con la gente che scappava dal locale urlando disperata e diversi contusi.

A questo punto lo show è stato interrotto e il bassista ha gettato a terra il suo strumento con l’intento di affrontare gli esagitati ed è stato fermato solamente dal suo cantante.  In seguito, gli aggressori sono stati allontanati dal locale e lo show è ripreso con la band che ha suonato un’altra manciata di pezzi.

Stando a quanto riportato dai presenti allo show su vari social network, l’aria era abbastanza tesa ben prima che iniziasse il concerto tanto tanto è vero che il locale ha allertato subito la Polizia che è arrivata in tenuta anti sommossa dopo pochissimo (esattamente alle 21:15 come scrive l’ufficio stampa del locale Orion sulla propria pagina Facebook). Molti presenti hanno lamentato proprio sul famoso social network il mancato intervento della forza pubblica e del servizio di sicurezza del locale specie sulla selezione da effettuare all’ingresso, cosa che – ha fatto sapere il locale di Ciampino – non è possibile per legge. Ad ora non si hanno notizie di arresti mentre durante la giornata è atteso un comunicato stampa proprio da parte dell’Orion.

AGGIORNAMENTO: Cinque feriti in ospedale per traumi facciali, contusioni ed escoriazioni almeno per coloro che si sono recati nelle strutture adibite al soccorso, e due persone arrestate e quattro denunciate, tutte per resistenza a pubblico ufficiale. Questo il bilancio ufficiale dell’aggressione di ieri sera – perchè dalle testimonianze dei fan degli americani presenti sul web si capisce che di questo si è trattato – perpetrata da una cinquantina di attivisti riconducibili a Casa Pound. Sulla rete diverse le testimonianze, anche contrastanti per alcuni particolari, come quello dell’ingresso nel locale, effettuato per alcuni senza biglietto (ma il locale sostiene il contrario). L’Orion sulla sua pagina Facebook per ora si difende così:

Ci scusiamo con il pubblico presente per quanto accaduto questa sera,siamo stati vittime di un aggressione da parte di persone evidentemente poco interessate al messaggio che noi proponiamo,che con la forza e non curanti della presenza delle forze dell’ordine prontamente avvisate,si sono introdotte contro la nostra’ volonta all’interno del locale aggredendo alcune persone del pubblico

Questa una foto scattata da un fan durante lo show:

Queste le bandiere sventolate durante lo show:

PROSSIMI CONCERTI

74 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.