DUFF McKAGAN: hanno cercato di aiutare Amy Winehouse ma senza riuscirci

Pubblicato il 26/07/2011

Di seguito quanto dichiarato da Duff McKagan (VELVET REVOLVER, LOADED, ex-GUNS N’ ROSES) a SeattleWeekly.com circa la morte di Amy Winehouse avvenuta il 22 luglio probabilmente a causa di una overdose:

“Gli ‘esperti’ dei media stanno criticando la cerchia di stretti’consiglieri’ di Amy Whinehouse. Conosco il manager e il contabile di Amy  e so che sono entrambe persone serie. E’ una vergogna che persone come queste, persone che hanno fatto del loro meglio per aiutare Miss Winehouse negli scorsi anni, si ritrovino con il loro nome gettato nel fango. Ad ogni modo, alla fine è troppo triste aver perso questa giovane ragazza per quella che probabilmente sarà stata la causa, ossia la droga. Era un talento, era diversa, andava contro la norma. Era una pioniera in ambito musicale. Non posso paragonare quello che ho passato io con quello che ha passato Amy Whinehouse. So solo che la dipendenza è un luogo desolato e terribile in cui andare a finire. Non è una cosa prestigiosa e non distingue se sei ricco o uno squattrinato eremita. Nel caso di Amy, come nel mio, credo abbia avuto degli amici e una famiglia che si prendevano cura di lei, ma alla fine non ci sono riusciti”.

5 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.