FEAR FACTORY: Dino Cazares, “Una reunion? Solo per soldi e non sarebbe giusto”

Pubblicato il 16/05/2021

Dino Cazares, chitarrista dei FEAR FACTORY, in un’intervista rilasciata al podcast australiano Scars And Guitars, ha risposto ad alcune domande, tra le quali, la remota possibilità di poter rivedere una reunion della band nella sua formazione più famosa (comprendente Burton C. Bell, Christian Olde Wolbers e Raymond Herrera).

A tal proposito, Cazares ha così commentato:

“Potrebbe accadere solo se gli si offrissero un sacco di soldi. E comunque, qualora accadesse, non significa che durerebbe a lungo. Innanzitutto, perché si starebbe cercando di riunire quattro ragazzi che non si piacciono per nulla. Se capitasse, quei quattro ragazzi potrebbero anche non arrivare alla fine del tour.”

Inoltre, il chitarrista si è anche nuovamente espresso sulle azioni legali avviate da Olde Wolbers ed Herrera nei suoi confronti e quelli di Bell. A tal proposito, ha dichiarato:

“Si sono rovinate delle vite. Delle vite sono cambiate. Le vite stesse erano a rischio. Le carriere di tutti erano a rischio a causa di tutte queste azioni legali. Se qualcuno degli interessati può perdonarsi a vicenda per questo, è tutta un’altra storia, ma non credo, non la vedo come una cosa possibile, per nessuna somma di denaro. Se lo facessimo per i soldi, sarebbe giusto farlo quando nessuno di noi vuole salire su un palco assieme? Sarebbe giusto nei confronti dei fan? Io non credo”.

Cazares e Bell hanno tentato nel 2015 di rimettere in piedi la formazione classica, ma all’epoca da Olde Wolbers ed Herrera hanno rifiutato.

Ecco il commento di Dino Cazares in proposito.

“In realtà abbiamo cercato di sederci a un tavolo e provare a trovare una mediazione. Io e Burton stavamo offrendo ai ragazzi di rientrare, ma le loro richieste erano semplicemente folli. Le cifre erano così alte che nessuno ne avrebbe tratto beneficio. Quindi non se ne fece nulla”.

 

I FEAR FACTORY pubblicheranno il nuovo album, intitolato “Aggression Continuum”, il 18 giugno 2021 su Nuclear Blast Records.
Preordini su EMP Mailorder.

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.