GRAVELAND: concerto annullato per proteste anti-naziste

Pubblicato il 27/11/2016

Secondo quanto riportato da TVA Nouvelles, il festival Messe Des Morts che avrebbe dovuto tenersi ieri, sabato 26 novembre, al Théâtre Plaza di Montreal (Canada) è stato cancellato in seguito alle proteste sollevatesi contro l’inserimento in scaletta dei GRAVELAND, black metal band polacca dalle controverse posizioni politiche ed ideologiche.

Nei giorni scorsi, alla Montreal Gazette era giunta una segnalazione in cui alcuni attivisti denunciavano la decisione di invitare i GRAVELAND al festival nonostante agli organizzatori fossero note le loro simpatie nazional-socialiste.

Karine Fortier, autrice del messaggio pervenuto alla Gazzette, ha dichiarato:

“Non c’è posto a Montreal per una band che propugna ideali razzisti e antisemiti. Montreal deve rimanere un luogo sicuro per tutti, dove i razzisti e le persone che pensano di poter esprimere liberamente le loro idee discriminatorie devono incontrare resistenza.
E’ importante che questo concerto non abbia luogo: che il Théâtre Plaza si rifiuti di offrire i suoi spazi a band razziste o che la città Montreal rifiuti di accoglierle. Non possiamo legittimare idee simili e non possiamo dare a queste persone degli spazi per legittimarle.”

 

In una dichiarazione rilasciata a Decibel, il cantante Robert “Rob Darken” Fudali ha apertamente ammesso di ritenersi vicino agli ambienti di estrema destra, rifiutando tuttavia che tale posizione politica venga associata ai GRAVELAND in quanto band:

“Non penso che i GRAVELAND siano una band black metal nazista (NSBB, National Socialist Black Metal). I GRAVELAND sono etichettati come una band NSBM per via delle mie convinzioni politiche, che la maggior parte delle persone definirebbe di estrema destra o naziste.”

graveland-band

 

 

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.