GUNS N’ ROSES: un super fan bandito a vita dai loro concerti

Pubblicato il 11/10/2019

Rick Dunsford, un fan sfegatato dei GUNS N’ ROSES che li ha visti dal vivo per ben 32 volte, ha tatuaggi con gli autografi dei membri del gruppo e ha addirittura chiamato il figlio Axl, è stato bandito a vita dalla band stessa da ogni suo futuro show.

La motivazione è legata al fatto che Dunsford nel corso degli anni ha ripetutamente diffuso online dei bootleg con materiale live non autorizzato e persino, sembrerebbe, le demo dell’album “Chinese Democracy“.

Quando l’uomo il 7 ottobre è andato a Wichita, nel Kansas, per assistere a un concerto dei GUNS N’ ROSES, è stato fermato all’ingresso dallo staff del gruppo e allontanato. Ecco la sua dichiarazione:

“Oggi sono andato a Wichita per vedere la mia band preferita, i GUNS N’ ROSES! Oggi sarebbe stata la mia trentatreesima volta! Mi hanno fatto allontanare dalla fila e mi hanno detto che se fossi mai tornato a vedere un concerto dei GUNS N’ ROSES, mi avrebbero fatto arrestare!”.

Ecco un video dell’accaduto:

Rick Dunsford

Gepostet von Corey Ellis am Montag, 7. Oktober 2019

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.