GWAR: la band risponde alle accuse del padre di Oderus Urungus

Pubblicato il 08/04/2015

Dopo la denuncia ai GWAR fatta da William Brockie, padre del defunto cantante Dave Brockie (in arte Oderus Urungus), con l’accusa di aver sottratto degli oggetti di proprietà del figlio quali bassi e quadri nonchè le sue stesse ceneri, la band ha risposto con un lungo comunicato di cui riportiamo questo estratto:

“Non abbiamo ancora visto i documenti della denuncia e quindi non possiamo commentarne il reale contenuto, ma possiamo dire che le accuse che si trovano sull’articolo pubblicato da Stule Weekly sono false. non abbiamo rubato le ceneri di Dave Brockie o altro di sua proprietà. In realtà, tutti gli oggetti elencati nell’articolo e le sue ceneri sono a disposizione degli avvocati da settimane. Abbiamo sempre agito in buona fede per rendere onore ai desideri del nostro caro amico. Dave non ha lasciato un testamento o altre indicazioni, quindi abbiamo fatto del nostro meglio per rendere onore a quello in cui credeva e che avrebbe voluto. Le accuse circa le ceneri ci danno particolarmente fastidio. Dopo la morte di Dave, la prima cosa che abbiamo fatto è stata far sapere dell’accaduto al padre, il quale ha acconsentito alla cremazione del figlio. Suo padre ci ha detto che non voleva avere a che fare con i funerali del figlio. er questo la Slave Pit [società che cura il management della band] si è presa questa responsabilità, ha pagato la cremazione, ha organizzato due funerali (uno pubblico e uno privato) e ha acquistato una tomba presso l’Hollywood Cemetery di Richmond. Il padre di Dave non è venuto a nessuno dei due funerali. In più di trent’anni di lavoro e di vita con Dave, molti di noi lo hanno sentito dire che avrebbe voluto che le sue ceneri rimanessero alla Slave Pit, in modo che ‘potesse tenere un occhio sui GWAR‘ mentre noi lavoravamo. Nelle settimane successive alla sua morte, abbiamo aperto un fondo per la racconla di denaro necessaria al suo ricordo tramite la costruzione di una statua presso l’Hollywood Cemetery. Volevamo che parte dei suoi resti venisse posta assieme a questo monumento presso l’Hollywood Cemetery. Quando suo padre successivamente si è rivolto a noi, gli abbiamo dato una parte delle ceneri, in modo che potesse spargerle nello stesso luogo dove erano state sparse quelle della madre e del fratello di Dave. Riguardo alle altre accuse, non c’era certo l’intenzione da parte di Brad Roberts o di chiunque altro di rubare le cose di Dave da casa sua o dal suo ufficio. […] I suoi avvocati hanno una lista di tutto quello che di suo è presente in ufficio e ogni cosa che hanno chiesto venisse restituita, gli è stata data immediatamente. Le ceneri di Dave, cosiccome i suoi averi inclusi gli strumenti e il disco d’oro citati nell’articolo, sono stati dati al nostro avvocato, il quale ha notificato alla famiglia che potevano riprenderli settimane fa”.

GWAR con Oderus Urungus – 2013

gwar - band - 2013

PROSSIMI CONCERTI

3 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.