HELLFEST 2021: l’organizzazione del festival chiede al Governo risposte immediate

Pubblicato il 20/01/2021

Tramite una lunga lettera aperta destinata al Ministro della Cultura Roselyne Bachelot, l’organizzazione del festival francese Hellfest ha chiesto al Governo una presa di posizione circa le possibilità di svolgimento dei grandi eventi nel corso dell’estate 2021.

Come noto, l’Hellfest si terrà dal 18 al 20 giugno 2021 a Clisson e sono previsti circa 180.000 spettatori suddivisi nelle tre giornate.

Come dichiarato dal fondatore Ben Barbaud a France Inter, non si tratta di un evento i cui preparativi si possano fare in pochi mesi e pertanto la macchina organizzativa del festival è stata messa in moto, col rischio che l’ingente sforzo economico che lo staff sta sostenendo venga poi vanificato.

“Fino a dicembre abbiamo usufruito degli aiuti governativi [come la cassa integrazione – ndr] ma ora abbiamo deciso di prenderci il rischio di rimettere in moto l’organizzazione del festival. Per poterlo fare, abbiamo dovuto rinunciare agli aiuti. A partire da gennaio immettiamo circa 250.000 euro al mese nell’operazione e vorremmo pertanto che il Governo prendesse una posizione il prima possibile circa i festival estivi. […]
Lavoriamo tutto l’anno all’organizzazione. Dobbiamo allestire strutture che permettano di ospitare un totale di 180.000 persone suddivise in 3-4 giorni in un piccolo comune che non ha infrastrutture. Questo coinvolge 4.000 volontari, migliaia di lavoratori a contratto intermittente e centinaia di artisti…”

Nella lettera diretta al Ministro Bachelot, l’organizzazione pone alcune domande specifiche:

“Leggendo il piano di vaccinazione che il Governo ha intenzione di attuare, pare che la maggioranza delle persone considerate ‘a rischio’ verrà vaccinata entro l’inizio dell’estate 2021 e questo dovrebbe dare una risposta concreta al problema della saturazione dei servizi ospedalieri francesi.
La nostra domanda è la seguente: con una minor pressione sulle strutture ospedaliere e considerando il periodo estivo, durante il quale il virus si diffonde meno, è concepibile prevedere lo svolgimento dei grandi eventi? Oppure dovremmo considerare che fino a quando non avremo raggiunto un’immunità collettiva sarà impossibile tenere eventi con decine di migiiaia di spettatori?
Non vogliamo sapere se consentirete lo svolgimento di eventi a capienza ridotta, con posti a sedere o nel rispetto di altre misure di distanziamento sociale. Vogliamo sapere se potremo o meno permettere a 60.000 persone di radunarsi, fare headbanging e stare in piedi senza alcuna misura di distanziamento sociale.
A noi sembra che ci siano un gran numero di questioni che debbano essere urgentemente affrontate assieme agli organizzatori dei grandi festival come il nostro, in modo che si possano prendere delle decisioni”.

Le questioni sollevate dall’organizzazione dell’Hellfest, sono simili alle problematiche che anche il settore dello spettacolo sta vivendo in Italia. Ad oggi non ci sono infatti risposte certe circa quello che sarà consentito fare nell’estate 2021 a livello di eventi dal vivo, grandi o piccoli che siano.

Ben Barbaud a fine settembre 2020 aveva dichiarato a Le Figaro che avrebbe deciso a gennaio se tenere o meno l’edizione 2021 dell’Hellfest.

Madame la Ministre de la Culture, Nous commencerons par cette célèbre citation : « Il faut espérer le meilleur et se…

Posted by Hellfest Open Air Festival on Monday, January 18, 2021

PROSSIMI CONCERTI

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.