HIDEOUS DIVINITY: pubblicano il bass playthrough del brano “Deleuzean Centuries”

Pubblicato il 05/11/2020

Comunicato stampa:

I deathster italiani HIDEOUS DIVINITY pubblicano oggi il bass playthrough video di “Deleuzean Centuries“, brano estratto dall’ultimo album “SIMULACRUM“, pubblicato lo scorso anno su Century Media Records:

Il commento del bassista Stefano Franceschini:
‘Deleuzean Centuries’ è un brano che rappresenta l’anello di congiunzione tra ‘Adveniens’ e ‘Simulacrum’: diretta e ricca di citazioni di strutture ritmiche piuttosto ricorrenti nel penultimo album, particolarmente nella prima parte della traccia; mi riferisco al riff iniziale, prima della transizione a quello successivo. Dal punto di vista bassistico, mi piace molto la sezione arpeggiata (quella terzinata in 3/4 e 6/4), che si ripete quattro volte, e la parte slappata verso la fine del brano. Probabilmente è una delle mie canzoni preferite dell’ultimo album, e un’opener perfetta per un concerto.

SIMULACRUM” è disponibile in formato sia fisico che digitale a questo link: https://hideousdivinity.lnk.to/Simulacrum/

1. Deleuzean Centuries (05:02)
2. The Embalmer (04:36)
3. Condense (00:28)
4. Anamorphia Atto III (06:08)
5. The Deaden Room (03:33)
6. Actaeon (04:33)
7. Bent Until Fracture (04:29)
8. Seed of Future Horror (04:35)
9. Prey to a Vision (03:47)
10. Implemini Exitio (03:41)
11. Blood of the Zodiac (Cover) (06:08)
12. Cursed in Eternity (Cover) (04:08)

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.