HIDEOUS DIVINITY: video “throat cam” e intervista al medico chirurgo death metal Enrico “H.” Di Lorenzo!

Pubblicato il 21/11/2017

Oltre ad essere il frontman degli HIDEOUS DIVINITY, band che negli ultimi anni ha fatto passi da gigante, diventando una delle realtà death metal italiane più rispettate in campo internazionale, Enrico “H.” Di Lorenzo è anche un medico chirurgo specialista in audiologia e foniatria e insegnante di canto estremo. Il suo nuovo spettacolare video playthrough, realizzato con throat cam, per “When Flesh Unfolds”, pezzo estratto dall’ultimo album del gruppo “Adveniens”, ci ha fornito lo spunto per sapere qualcosa in più sul percorso che lo ha portato verso questa sua insolita attività.

“Adveniens” è disponibile ora su Unique Leader Records.

FONIATRA DI GIORNO, GROWLER DI NOTTE. QUAL È STATO IL TUO PERCORSO?
– Ho iniziato a cantare verso i 16 anni, all’epoca suonavo il basso in una band “un-po’-tutto-metal” di ragazzini e non avevamo il cantante. Abbiamo provato tutti a cantare con risultati disastrosi e io sono stato di gran lunga il peggiore! Adoravo cantare, però, in particolare adoravo il growl e lo scream e mi sono imposto come cantante a quei poveretti (risate, ndR). Purtroppo (o per fortuna) all’epoca non si trovavano insegnanti di canto estremo, così presi lezioni di canto mutuando nella sfera estrema quanto apprendevo sul canto “normale”. Pochi anni dopo, finito il liceo, mi sono iscritto a Medicina e Chirurgia e per molti anni la mia vita “musicale” e la mia vita “medica” non si sono incontrate. Una volta laureatomi ho scoperto l’esistenza della scuola di specializzazione in Audiologia e Foniatria e, finalmente, ho potuto far pace con Mr Hyde (o con Dr Jekyll, dipende dai punti di vista) unendo le mie due passioni in un unico percorso. Al momento ho il mio studio di foniatria e audiologia, insegno canto estremo e sono il cantante degli Hideous Divinity.

HAI CONDOTTO DEGLI STUDI SPECIFICI SUL CANTO ESTREMO, PARLACENE.
– Nel 2010 ho condotto il primo studio medico su growl e scream “propriamente detti”, per individuare le caratteristiche fisiologiche proprie di queste vocalità estreme. In quell’occasione individuai le strutture laringee attivate durante il canto estremo, il comportamento delle corde vocali e gli assetti risonanziali che permettono a strutture di per se non fonatorie (false corde vocali, aritenoidi e pliche ariepiglottiche) di ottenere un suono dall’intensità e caratteristiche necessarie. Quando l’ho presentato in vari convegni di foniatria ero pronto alle più dure reazioni di ostilità ma, fortunatamente, è successo il perfetto contrario. La materia interessava parecchio soprattutto ai colleghi con più anni di attività alle spalle. Per una volta il pregiudizio se l’era fatto il metallaro e aveva assolutamente torto! Negli anni, poi, ho condotto altri studi volti ad approfondire l’aspetto fisiopatologico del canto estremo. I due che ritengo più importanti sono quello che ho condotto col prof. K. Izdebsky in California sul comportamento della mucosa laringea durante il growl e quello sulle specifiche femminili del canto estremo. In California ho usato una High Speed Camera, in grado di effettuare riprese dai 5000 ai 24000 frame al secondo, montata su fibroendoscopio rigido. Grazie a questo strumento abbiamo ottenuto dei filmati ultra rallentati della laringe durante il growl e li abbiamo analizzati con un software dedicato. Con questo studio abbiamo dimostrato come, durante il canto estremo, la mucosa laringea si attivi in maniera multifonica (diverse strutture vibranti contemporaneamente) e multiperiorica (diverse onde mucose attive contemporaneamente sulla stessa struttura) con la generazione del tipico suono “ruggente” e “stratificato” che conosciamo bene. Per lo studio sul canto estremo femminile ho lavorato su cantanti estreme preparate e in attività e su soggetti preparati appositamente per lo studio individuando e descrivendo le differenze fisiologiche e performative rispetto alla controparte maschile. Entrambi gli studi sono stati recentemente pubblicati su un testo dedicato a otorini, foniatri e logopedisti in America. A dirla tutta, ho ricevuto la conferma della pubblicazione mentre ero in tour con gli Hideous Divinity di supporto ai Cannibal Corpse. Diciamo che è stata una bella giornata quella (riste, ndR).

QUESTO PLAYTHROUGH HA ANCHE UN VALORE SCIENTIFICO / DIDATTICO?
– In realtà sì. Quando si conducono studi come quelli che conduco io, ovviamente, si comincia con la descrizione di singole fonazioni isolate o di vocalizzi sviluppati apposta per ottenere il massimo valore di indagine scientifica. La Foniatria artistica, però, non deve mai perdere di vista il punto centrale della faccenda, che non è il “suono” ma l’arte. Con questo video dò la possibilità anche a chi ha seguito i miei studi solo dal punto di vista scientifico e non artistico di vedere realmente con che velocità avvengono i passaggi da una posizione risonanziale all’altra e come si comportano le strutture laringere e faringee in relazione all’articolazione e alla respirazione durante una vera canzone, con tutte le esigenze tecniche e espressive del caso. Insomma, un conto è vedere un animale allo zoo, un conto è seguirlo nel suo habitat! Allo stesso tempo ho voluto offrire un approccio più godibile alla faccia scientifica della medaglia a chi si interessa essenzialmente dell’aspetto artistico della faccenda che, comunque, rimane il fulcro fondamentale. “When Flesh Unfolds” è un dei brani più cantati di “Adveniens”, si presta molto bene a un playthrough come questo, inoltre è uno dei nostri brani che preferisco. Era una scelta quasi obbligata.

Curriculum Vitae Breve

Medico Chirurugo, specialista in Audiologia e Foniatria, insegnante di canto estremo, voce degli Hideous Divinity. Laurea in Medicina e Chirurgia nel 2006 presso l’università “La Sapienza” di Roma (110/110 con Lode), specializzazione in Audiologia e Foniatria nel 2012 presso l’università “La Sapienza” di Roma (70/70 con Lode). Autore di una delle prime ricerche scientifiche internazionali sul Canto Metal Estremo già presentata in diversi convegni in Italia, Norvegia, Polonia e California. Ideatore e docente del corso teorico pratico “Il Canto Metal Estremo” tenutosi in varie città d’Italia dal Maggio 2011 in poi. Dedica larga parte della sua attività assistenziale e di ricerca all’utilizzo artistico della voce, alla sua fisiologica e fisiopatologia e alla tutela della stessa.

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.