ICED EARTH: Jon Schaffer rimarrà in prigione in attesa di processo

Pubblicato il 19/03/2021

Artista: Iced Earth | Fotografo: Enrico Dal Boni | Data: 24 luglio 2017 | Venue: Metaldays | Città: Tolmin (Slovenia)

 

Oggi il chitarrista e leader degli ICED EARTH, Jon Schaffer, ha tenuto la sua prima udienza in teleconferenza di fronte al giudice federale Zia M. Faruqui del tribunale di Washington D.C..

Schaffer pochi giorni fa è stato estradato dall’Indiana a Washington D.C., dove si terrà il processo dopo l’arresto per la sua partecipazione all’assalto al Campidoglio del 6 gennaio.

La scorsa settimana i suoi avvocati avevano chiesto l’archiviazione del procedimento a suo carico. I legali avevano richiamato lo Speedy Trial Act, che stabilisce la durata massima di ciascuna fase del procedimento penale per reati di competenza federale. Dato che lo Speedy Trial Act prevederebbe l’obbligo di formulare un capo d’accusa entro 30 giorni dalla data dell’arresto, e ciò non sarebbe avvenuto, secondo i difensori il procedimento doveva essere archiviato.

Il giudice Zia M. Faruqui oggi ha però confermato che il musicista dovrà rimanere nella prigione di Washington D.C., dove è attualmente detenuto, e affrontare il processo che lo vede accusato di sei reati. Non potrà uscire su cauzione.

Tra le denunce a suo carico, l’ingresso in modo illegale e violento in edifici soggetti a restrizioni e nel Campidoglio, atti di violenza contro persone o cose e interruzione di servizio di un organo governativo. E’ inoltre indagato per aver utilizzato contro la polizia un potente spray al peperoncino che solitamente è impiegato per autodifesa verso gli orsi.

 

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.