In arrivo azioni legali contro la Universal Music Group dopo le rivelazioni sull’incendio del 2008

Pubblicato il 15/06/2019

E’ di pochi giorni fa la notizia che nell’incendio degli studi della Universal ad Hollywood avvenuto nel 2008 andarono persi non solo i nastri di innumerevoli film, come dichiarato dalla società, ma anche un numero impressionante (alcune stime dicono 500.000) di master originali di tracce e album di grandi artisti all’epoca sotto Universal Music Group tra cui AEROSMITH, NIRVANA, NINE INCH NAILS, GUNS N’ ROSES, POLICE, CHUCK BERRY, RAY CHARLES, LES PAUL, EMINEM, B.B. KING, LYNYRD SKYNYRD, IGGY POP, STING, R.E.M., EMINEM o SOUNDGARDEN.

Ricordiamo che i master sono quei supporti multitraccia utilizzati per la stampa delle copie che vengono immesse sul mercato, nonchè per eventuali future ristampe.

Howard King, uno dei più importanti avvocati americani ad occuparsi anche di proprietà intellettuale e che in passato ha assistito i METALLICA, ha dichiarato a Los Angeles Times:

“Molti clienti sono preoccupati, perchè questa cosa si rifletterà negativamente sul loro futuro. Inoltre c’è il fatto piuttosto fastidioso che nessuno li ha avvisati che la loro proprietà intellettuale potrebbe essere stata distrutta. Se ne sta discutendo e verrà intrapresa una azione formale”.

King non ha precisato quali artisti hanno intenzione di far causa a Universal Music Group ma ha dichiarato “più di 10 e meno di 100”.

Si attendono sviluppi.

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.