INFECTION CODE: al lavoro sul successore di “In.R.I”

Pubblicato il 27/03/2020

Riceviamo e pubblichiamo:

Gli Industrial thrash metal Infection Code, dopo i buoni responsi di critica ottenuti da “In.R.I”, album che ha evidenziato un deciso ritorno alle origini thrash hardcore di inzio carriera e forti di una nuova line-up, sono alle prese con la stesura del nuovo album. La band ha già sei pezzi pronti ottenuti da moltissime prove e si appresta a completarne altri quando questi periodi bui ed incerti termineranno.  Il nuovo album, intitolato “Alea Iacta Est” sarà un ulteriore coesione tra l’ industrial metal di Ministry, Godflesh,, Strapping Young Lad ed il thrash/death  di Kreator, Voivod e Carcass il tutto rivisto dal personale tocco della band. Le registrazioni si terranno presso i The Cat’s Cage Studios Recording di Novi Ligure con il produttore Francesco Salvadeo mentre l’artwork sarà curato da STRX Art. “Alea Iacta Est” sarà fuori sempre per Argonauta Records  nel 2021.

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.