IRON MAIDEN: Bruce Dickinson, “Ecco perchè componiamo pezzi lunghi”

Pubblicato il 10/09/2021

Artista: Iron Maiden | Fotografo: Enrico Dal Boni | Data: 16 giugno 2018 | Evento: Firenze Rocks | Venue: Visarno Arena | Città: Firenze

 

In una recente intervista rilasciata al programma radiofonico americano Trunk Nation Virtual Invasion, il cantante degli IRON MAIDEN, Bruce Dickinson, ha dichiarato quanto segue circa i diversi pezzi di lunghezza oltre i 10 minuti presenti sull’ultimo album “Senjutsu“:

“Io e Steve siamo in parte i responsabili di questa cosa. Ho composto io il pezzo che parla del disastro aereo del dirigibile [si riferisce a ‘Empire Of The Clounds‘ dall’album ‘The Book Of Souls‘] e quel brano dura 18 minuti. Era un pezzo arrangiato per un’orchestra, che però non avevamo.
Steve è grande fan del prog e lo sono anche io. Parlavo con qualcun altro delle band che a noi piacciono. Steve ad esempio è un grande fan dei JETHRO TULL e anche io lo sono. Lui adora ‘A Passion Play‘ e ‘Thick As A Brick‘, io invece sono più per ‘Aqualung‘ e i loro primi album. Lui è un grande fan dei GENESIS con Peter Gabriel e adora ‘The Lamb Lies Down On Broadway‘. A me non fanno impazzire ma mi piace Peter Gabriel, in particolare quello che credo sia il sui terzo album con i pezzi ‘Intruder‘ e ‘No Self Control‘, roba veramente oscura. Poi adoro i VAN DER GRAAF GENERATOR e mi sono ispirato molto allo stile del loro cantante Peter Hammill.
Quindi diciamo che entrambi abbiamo questa passione per il prog che si affianca a quella per THIN LIZZY, DEEP PURPLE, BLACK SABBATH. Steve è anche fan di NEKTAR e SCORPIONS.
Io non andavo pazzo per i JUDAS PRIEST fino a quando non siamo andati in tour con loro e lo stesso vale per gli SCORPIONS. A parte ‘Sad Wings Of Destiny‘, non mi piacevano così tanto i JUDAS PRIEST, poi siamo andati in tour assieme e ho detto: ‘Wow, fanno roba veramente figa!’
Ecco, sono quelle le influenze che ci hanno portato a fare questi grandi lunghi pezzi. Ascoltare brani come ‘The Parchment‘ è quasi ipnotico. Se dovessimo suonare quel pezzo dal vivo, mi farò una pausa dietro al palco a bere tè per cinque minuti e mezzo”.

Senjutsu” è uscito il 3 settembre per Parlophone Records.

Tracklist e copertina:

01. Senjutsu (Smith/Harris) 8:20
02. Stratego (Gers/Harris) 4:59
03. The Writing On The Wall (Smith/Dickinson) 6:13
04. Lost In A Lost World (Harris) 9:31
05. Days Of Future Past (Smith/Dickinson) 4:03
06. The Time Machine (Gers/Harris) 7:09
07. Darkest Hour (Smith/Dickinson) 7:20
08. Death Of The Celts (Harris) 10:20
09. The Parchment (Harris) 12:39
10. Hell On Earth (Harris) 11:19

PROSSIMI CONCERTI

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.