IRON MAIDEN: le otto canzoni che hanno cambiato la vita di Steve Harris

Pubblicato il 24/06/2021

Artista: Iron Maiden | Fotografo: Enrico Dal Boni | Data: 16 giugno 2018 | Evento: Firenze Rocks | Venue: Visarno Arena | Città: Firenze

 

Il bassista e leader degli IRON MAIDEN, Steve Harris, in un’intervista rilasciata a Metal Hammer UK ha parlato delle otto canzoni che gli hanno cambiato la vita.

Eccole di seguito. Il commento di Steve Harris a ogni pezzo e lo streaming dei brani sono disponibili a questo indirizzo.

  • Genesis – Supper’s Ready (Foxtrot, 1972)
  • Jethro Tull – Thick As A Brick, Part 1 (Thick As A Brick, 1972)
  • UFO – Love To Love (Strangers In The Night, 1979)
  • Wishbone Ash – Throw Down The Sword (Argus, 1972)
  • Free – Mr. Big (Free Live!, 1972)
  • Golden Earring – Twilight Zone (Cut, 1982)
  • The Who – Won’t Get Fooled Again (Who’s Next, 1971)
  • Yes – And You And I (Yessongs, 1973)

PROSSIMI CONCERTI

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.