JUDAS PRIEST: Tim ‘Ripper’ Owens, “Rob Halford dice che solo un gay può cantare nella band? Magari lo sono e non so di esserlo”

Pubblicato il 16/06/2019

Il cantante dei JUDAS PRIEST, Rob Halford, ha più volte ribadito che secondo lui un eterosessuale non avrebbe mai potuto cantare nella band. Ecco l’ultima di queste sue dichiarazioni, rilasciata pochi giorni fa a Edmonton Journal:

“Un eterosessuale non può fare il mio lavoro. Io la vedo così. Freddie Mercury diceva che per lui non era importante, ma se lui non fosse stato gay, i QUEEN sarebbero stata una band completamente differente”.

La radio RadioactiveMike Z ha dunque pernsato di chiedere a Tim “Ripper” Owens, che ha sostituito Rob Halford nei JUDAS PRIEST dal 1996 al 2003, cosa ne pensasse delle affermazioni del suo illustre collega:

“Io e Rob siamo amici e a me non interessa il suo commento. Cosa dovrebbe dire? Rob è la band, lui è il cantante ed è gay, quindi che puoi dire? Non mi importa. Lui è il cantante dei JUDAS PRIEST. Credo sia divertente come cosa, perchè ovviamente anche altri possono cantare nella band. Forse io sono gay e non so di esserlo. Io adoro Rob, lui è un tipo fantastico, il Metal God. Non mi da fastidio quello che ha detto. I JUDAS PRIEST sono stati la mia scuola e tutto quello che ho fatto dopo, l’ho fatto perchè ho cantato con loro”.

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.