MANOWAR: fanno causa all’Hellfest

Pubblicato il 21/07/2019

Durante il concerto tenuto ieri a Istanbul, il bassista dei MANOWAR, Jey DeMaio, nel suo discorso al pubblico che è solito fare come parte dello show, ha parlato dell’annullamento dello show al festival francese Hellfest 2019:

“Quando certe persone sostengono che i MANOWAR lasciano un festival e non tengono un concerto per stupidi motivi, significa che hanno la testa nel culo. I MANOWAR hanno tenuto il loro primo show di fronte a sette persone. Sette, ok? Una di esse era il nostro manager e un’altra era un barista, quindi a chi dice ‘I MANOWAR vogliono un palco grande, vogliono…’. No. Noi vogliamo che la nostra gente sia trattata come mertita. E vogliamo un promoter che mantiene gli accordi presi e i contratti e non che semplicemente prende e decide di fare quello che vuole. Ecco qual’è la realtà.
Abbiamo firmato un contratto col sangue nel 1983 e il motivo è che volevo che il mondo sapesse che i MANOWAR sono una band che non avrebbe mai preso in giro i fan, che non avrebbe mai suonato musica di merda o fatto mangiare merda ai fan con suoni pessimi, luci inadeguate e senza la nostra attrezzatura. Ecc’ola fottuta realtà.
Non ho mai visto alcuno di questi promoter firmare un contratto col sangue ma poi parlano male della gente.
Tanto per farvi sapere, non sono stato invitato alla conferenza stampa dell’Hellfest, ma loro verranno invitati alla mia, perchè voglio che il mondo sappia la fottuta verità circa quello che è successo in quel posto. E’ stato il promoter a causare tutto il fottuto problema, non i MANOWAR.
Voglio che pensiate a una cosa. Solo in questo tour abbiamo tenuto 30 show in 13 stati. Abbiamo tenuto un concerto in Israele senza nessun problema, nove in Russia senza nessun problema, uno in Ucraina senza alcun problema, uno in Bielorussia, due in Repubblica Ceca, cinque in Germania, Danimarca. Abbiamo suonato per 650 persone al fottuto Polo Nord in una città che conta duemila persone e quattromila orsi polari, va bene? Non dite ai MANOWAR che fanno le cazzo di dive. Siamo andati là, perchè volevamo suonare per le persone che vivono da quelle parti e non avevano mai visto un concerto metal. Abbiamo tenuto quattro show in Norvegia, due in Inghilterra, uno in Svizzera, uno in Grecia, uno in Bulgaria e siamo qui stasera sul palco in Turchia. Ditemi quindi chi è nel torto. Credete che siano i MANOWAR nel torto? Uno stato, uno show di tutti quelli che ho elencato in cui c’è un problema. Ditemi voi chi ha fatto la cazzata.
La verità è che abbiamo fatto causa agli organizzatori dell’Hellfest. Non stiamo con le mani in mano e non lasciamo che la gente faccia cazzate ai nostri fan. Nessuno prende in giro i MANOWAR. Non daremo mai ai nostri fan meno del 100%. Sì, noi diamo o il 100% o niente. A me spiace per la gente che aveva viaggiato da tutto il mondo per vederci. Non immaginate nemmeno quanto dispiaccia a me, a Eric, ad Anders, ad E.V. e alla nostra fottutamente fedele crew. Stiamo male per questo. La gente ha volato da ogni parte del mondo per arrivare in quel posto e i MANOWAR non hanno suonato. Sapete una cosa? Noi stiamo soffrendo per questa cosa e i veri fan condivideranno la sofferenza con noi.
Io credo che vinceremo questa causa e, quando succederà, prenderemo quei soldi e troveremo uno stato e una città e ci faremo un concerto gratuito e inviteremo tutto il cazzo di mondo. Avete la mia parola che questo succederà. Parlo per me, per Eric, Anders, E.V. e per la crew che ci segue da 30 anni. Non ascoltate le cazzate di questi coglioni che su internet parlano male dei MANOWAR. Nessuno di questi stronzi era sul posto. Hanno per caso una copia del nostro contratto? Erano nel backstage? Hanno visto cosa è successo? No. Non avevano nulla di meglio da fare che giocare coi loro cazzini e digitare cazzate su internet. Noi siamo quelli che sono arrivati in quel posto con otto camion o quanti cazzo erano. Eravamo pronti per suonare. E immaginate… non abbiamo mai cancellato noi lo show. E’ così. L’annuncio è arrivato da loro. Era però comodo dire che noi avevamo cancellato lo show, così non si sarebbero presi gli insulti dei fan. La gente dovrebbe chiedere a questi coglioni cosa è successo veramente.
Mi spiace rubarvi del tempo con queste cose ma la fottuta verità deve venire fuori e presto questa causa verrà resa nota. Potrete andare a leggerla voi stessi su internet. Tutti quelli che ci hanno dato contro, mangeranno merda quando leggeranno cosa è successo veramente”.

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.