MANOWAR: rumors sull’annullamento dello show all’Hellfest 2019 e la “risposta” dei SABATON

Pubblicato il 23/06/2019

Continuano a trapelare notizie sui motivi dell’annullamento dello show all’Hellfest 2019 da parte dei MANOWAR. Una fonte anonima a conoscenza dei fatti ha rivelato a Metalsucks.net come sarebbero andati realmente i fatti.

I MANOWAR sono arrivati a Clisson il 20 giugno, la sera prima del concerto chiedendo di fare il soundcheck, cosa impossibile a causa dello svolgimento del Knotfest Meets Hellfest degli SLIPKNOT. Hanno così fatto le prove la mattina successiva, ma non sono rimasti contenti del suono, nello specifico si sono detti dispiaciuti che il festival non gli permettesse di suonare al volume che volevano a causa delle leggi locali (il festival era già al limite massimo per tutte le band). Oltre a questo la band era anche contrariata dalle dimensioni del palco dove avrebbero dovuto suonare, nonostante fosse il main stage dove hanno suonato anche KISS e TOOL. In ogni caso i MANOWAR hanno deciso di andarsene.

I SABATON sono stati chiamati come sostituti, anche se la voce di Joakim Brodén non era al massimo (la band aveva suonato il giorno prima al Knotfest Meets Hellfest). Il chitarrista Chris Rörland ha sostituito Brodén mentre il cantante mangiava e beveva con amici sul palco.

PROSSIMI CONCERTI

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.