MARILYN MANSON: la casa discografica chiude i rapporti

Pubblicato il 01/02/2021

Dopo le notizie di oggi relative alle accuse di molestie sessuali mosse pubblicamente dall’attrice Evan Rachel Wood e da altre donne nei confronti di MARILYN MANSON, l’etichetta Loma Vista Recordings ha deciso di chiudere i rapporti con l’artista.

Ecco l’annuncio:

“Alla luce delle pesanti accuse mosse da Evan Rachel Wood e da altre donne a MARILYN MANSON, Loma Vista interrompe con effetto immediato le attività di promozione del suo ultimo album. A causa di questi sviluppi, abbiamo anche deciso di non lavorare più con MARILYN MANSON in futuro”.

Grazie alle Instagram story condivise oggi da Evan Rachel Wood, sono tornati all’attenzione pubblica anche dei tweet postati a settembre da Dan Cleary, un ex tour manager e assistente di MARILYN MANSON, con i quali ha denunciato il pessimo comportamento tenuto dall’artista verso le ragazze.

L’attrice nel 2018, senza fare il nome di MANSON, espose al Senatori della California gli abusi fisici, sessuali e psicologici subiti e diede vita al Phoenix Act per i diritti delle vittime di violenze domestiche e l’estensione da tre a cinque anni del termine di prescrizione per tali reati. Successivamente il Phoenix Act è divenuto legge in California ed è in corso una campagna per estenderlo a tutti gli altri stati della nazione.

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.