MARILYN MANSON: un mandato d’arresto per uno sputo

Pubblicato il 26/05/2021

Secondo quanto riportato da TMZ, la polizia di Gilford, nel New Hampshire, ha emesso un mandato di arresto nei confronti di MARILYN MANSON. E’ accusato di due reati di aggressione semplice verso un cameraman che lavorava alle riprese in diretta durante il concerto che l’artista ha tenuto al Bank of New Hampshire Pavilion della cittadina americana nel 2019.

L'”aggressione” a cui fa riferimento il mandato sarebbe uno sputo che MANSON ha fatto in direzione della videocamera, colpendo in parte anche il cameraman (video di seguito)

Secondo quanto dichiarato dalle forze dell’ordine, MANSON e il suo staff erano a conoscenza da tempo di questo mandato d’arresto, emesso a ottobre 2019.

La vicenda non ha quindi nulla a che vedere con le cause intentate a MARILYN MANSON dall’attrice Esmé Bianco e dall’ex assistente Ashley Walters con le accuse di molestie, violenze sessuali e altro.

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.