MEGADETH: David Ellefson smentisce le accuse di pedofilia

Pubblicato il 10/05/2021

Nelle scorse ore il bassista dei MEGADETH, David Ellefson, è stato oggetto di accuse di molestie, adescamento di minori e pedofilia via internet.

Come riportato dagli screenshot pubblicati da Metaladdicts, a quanto pare tutto sarebbe partito da un account Instagram di una persona che avrebbe accusato il musicista di aver adescato online una sua amica diciassettenne, di averle fatto delle videochiamate e aver inviato a lei e ad altri giovani fan delle foto dei propri genitali e altri contenuti osceni.

La giovane che avrebbe avuto rapporti con Ellefson ha a sua volta diffuso il seguente messaggio via Instagram:

“Sono la ragazza di cui la gente sta parlando nei post su David Ellefson e voglio solo raccontare la mia versione della storia, perché le persone condividono informazioni sbagliate e la situazione sta sfuggendo di mano senza che venga detta la verità.
Sì, quelle videochiamate sono avvenute, ma sono stata io a iniziarle e non ero minorenne, sono sempre stata un’adulta consenziente. Prima di allora non era mai successo niente di inappropriato. È stato tutto consensuale. Non sono una vittima e non sono stata adescata minimamente, perché sono stata io a iniziare. Sono stata così ingenua da registrare [le conversazioni] e condividere con un amico senza il suo permesso. Alla fine, è stato tutto consensuale e tutto online.
Non so come si sia arrivati a questo punto, ma molte informazioni vengono tralasciate dalle persone che cercano di proposito di fargli del male. Chiedo a chiunque condivida questi video personali privati ​​o qualsiasi informazione errata su di essi, di smetterla”.

David Ellefson, cinquantaseienne pastore luterano e sposato da 27 anni con una donna di nome Julie, ha dichiarato quanto segue via Instagram:

“Cari fan e amici,
Come forse saprete, alcune mie conversazioni e interazioni private e personali sono emerse online, rilasciate con cattiva intenzione da una terza parte che non era autorizzata ad averle o condividerle. Anche se è certamente imbarazzante, voglio parlarne il più apertamente e onestamente possibile.
Per quanto non sia qualcosa di cui sono orgoglioso, queste erano interazioni private e tra adulti che sono state estrapolate dal contesto e manipolate per infliggere il massimo danno alla mia reputazione, alla mia carriera e alla mia famiglia.
L’altra parte coinvolta ha rilasciato una dichiarazione che potete vedere di seguito. La ringrazio per averlo fatto e spero che questo chiarisca che la situazione non era affatto come presentata.
David Ellefson

Il post condiviso da Ellefson:

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.