MIA WALLACE risponde a TOM G. WARRIOR, “Se dicessi perchè non suono più TRIUMPH OF DEATH, lo metterei in grande imbarazzo”

Pubblicato il 29/05/2020

Pochi giorni fa Tom G. Warrior (CELTIC FROST, TRIPTYKON, HELLHAMMER, TRIUMPH OF DEATH) ha annunciato di avere in programma il lancio di una nuova band, il cui disco di debutto conterrà anche materiale scritto per i NIRYTH, gruppo da cui Tom ha precisato di essere uscito per problemi con la bassista italiana Mia Wallace, un tempo con lui anche nei TRIUMPH OF DEATH ed ex membro degli ABBATH.

Mia ha ora diffuso il seguente comunicato, riportato da Metal Wani:

“Vi scrivo queste parole per chiarire alcune cose circa alcune dichiarazioni che sono state fatte di recente e che mi vedono coinvolta su varie interviste, non ultima quella pubblicata da Metal Wani.
Dopo la mia uscita dai TRIUMPH OF DEATH, ho continuato la mia carriera serenamente entrando nelle NERVOSA della talentuosa Prika Amaral. Sto lavorando con lei al nuovo album con grande entusiasmo e abbiamo in programma molti tour in tutto il mondo. Collaboro con i KIRLIAN CAMERA da anni, di cui sono ora un membro permanente e sono al lavoro con loro sul nuovo album. La mia amicizia con Abbath è sempre forte e non è mai sparita, io lo ammiro e lui ammira me. Ho anche delle importanti collaborazioni con dei grandi artisti che ancora non sono state rese pubbliche ma che lo saranno presto. Ho inoltre costruito e gestito i THE TRUE ENDLESS per oltre vent’anni in completa armonia e amicizia, fino a un tragico evento che ha portato via un mio caro amico.
Alla luce di questo, mi ha molto sorpreso leggere l’ultima intervista che Tom G. Fischer ha rilasciato a Metal Wani, nella quale io vengo etichettata come una persona negativa della quale lui si è dovuto liberare. Mi fa ridere che un personaggio della sua caratura abbia bisogno di creare gossip, gettando fango su di me con vaghi riferimenti a ‘questioni molto, molto importanti, motivazioni cruciali e insidacabili’ che riguardavano anche il batterista Pidi Leuenberger, con il quale non ho mai avuto alcun problema. Riguardo a questo, spero di non trovarmi mai a dover dire pubblicamente perchè si è interrotta la mia collaborazione con i TRIUMPH OF DEATH e perchè di conseguenza due componenti sono stati rimossi dai NIRYTH, perchè questo metterebbe Mr. Fischer in grande imbarazzo.
Detto questo, esprimo il mio stupore verso il fatto che Mr. Fischer sia in costante e disperato bisogno di creare rumors, al posto di concentrarsi serenamente sui suoi progetti. Dire che lui è totalmente proprietario della musica che IO ho scritto per i NIRYTH, è una enorme bugia: entrambi abbiamo le prove che il progetto è nato come un MIO progetto personale, originariamente pensato come composto interamente da donne. I brani sono il risultato di 20 anni di idee mie che non erano ancora venute alla luce, perchè suonavo in una band (i THE TRUE ENDLESS) che facevano black metal primitivo e aggressivo. Questi pezzi invece erano il frutto di un senso d’amore e rinascita femminile che avevo sempre cercato di ottenere.
Quando ho sottoposto a Mr. Fischer i miei pezzi, ne ha riconosciuto il valore e dopo alcuni mesi si è offerto di cantarli. Da allora, per portare avanti il progetto, ho viaggiato costantemente una volta la settimana tra Italia e Svizzera, sostenendo delle notevoli spese. Una volta completati i pezzi, è stato chiamato il batterista Pidi Leuenberger per registrare le parti di batteria sui brani che avevo registrato principalmente io nello studio di Victor Sanctura. Infine, sono state aggiunte le parti vocali di Mr. Fischer. Le canzoni sono depositate alla Gema come 50% e 50% tra Fischer e Wallace, mentre Mr. Fischer detiene il 100% dei testi. Ora mi immagino come verranno trasformate o modificate quelle canzoni per cancellare la mia maternità di un progetto che era nato dal mio cuore e che è il risultato di anni di dolore e passione riversati nella musica.
Il mio progetto NIRYTH è prossimo alla pubblicazione e conterrà importanti e grandiose collaborazioni da parte di talentuosi artisti, con del nuovo e irresistibile materiale.
Spero che queste mie dichiarazioni siano sufficianti a mettere da parte definitivamente quelle diffamazioni, le quali davano una vista dei fatti totalmente distorta e irrealistica, oltre ad essere poco professionali e poco rispettose nei miei confronti”.

Artista: Triumphof Death | Fotografo: Benedetta Gaiani | Data: 30 novembre 2019 | Evento: Black Winter Fest XII | Venue: Campus Industry Music | Città: Parma

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.