MIKKEY DEE: “E’ molto più impegnativo suonare dal vivo con gli SCORPIONS che con i MOTÖRHEAD”

Pubblicato il 14/02/2021

Mikkey Dee, ex batterista dei MOTÖRHEAD e attuale SCORPIONS, ha recentemente rilasciato un’intervista al podcast Drum For The Song condotto da Dane Campbell, figlio del chitarrista Phil Campbell.

Nell’intervista Dee ha parlato della differenza tra suonare nei MOTÖRHEAD e negli SCORPIONS:

“Molti mi dicono: ‘Hey Mikkey, immagino che durante il set degli SCORPIONS tu dorma’. Invece vi dico che fisicamente è molto più impegnativo che con i MOTÖRHEAD. Questo perchè se con i MOTÖRHEAD mi fossi sentito stanco, avrei potuto gridare a tuo padre o a Lemmy: ‘Hey, facciamo una pausa e beviamo qualcosa’. Magari fingevo di accordare il rullante. Anche se era difficile convincere Lemmy e Phil a fare una pausa, si bevevano qualcosa, dicevamo due cazzate tra di noi sul palco e ringraziavamo il pubblico. Con gli SCORPIONS invece è tutto suonato a click per via delle proiezioni, dei testi e della scenografia. Ogni show ha la stessa cazzo di durata. Klaus si segna tutto quel che deve dire, quindi al massimo la differenza tra un set e l’altro è di uno o due minuti su una durata di due ore e mezza. E’ molto impegnativo.
Il set è altalenante a livello di intensità. C’è una parte dopo il medley acustico in cui facciamo ‘Wind Of Change‘ e in quel momento io sono praticamente fermo. Poi invece ci sono 40-45 minuti non stop in cui facciamo pezzi heavy, il drum solo e poi via diretti con ‘Blackout‘ e ‘Big City Nights‘. Sono 45 minuti in cui non ho nemmeno il tempo di cambiare le bacchette. E’ una sfida ma a me piace un sacco. Quando sono sul palco, più mi affatico, meglio suono.
Di solito con i MOTÖRHEAD suonavamo per 90 minuti o 60-70 se c’erano altre band. Con i MOTÖRHEAD però avevamo noi il controllo dello show e Phil poteva scendere dal palco e andare a pisciare, oppure Lemmy spariva e nessuno sapeva cosa facesse”.

 

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.