MOTÖRHEAD: Lemmy indagato per uso di simboli nazi

Pubblicato il 09/07/2008
Un’investigazione pare sia stata avviata in Germania nei confronti del frontman dei MOTÖRHEAD, Ian “Lemmy” Kilmister, per aver indossato un cappello risalente al periodo nazista in una foto scattata di recente e pubblicata su un giornale tedesco il 5 luglio, prima del “Wacken Rocks Seaside“:
 
 
 
 
 
Tutti i simboli, insegne, bandiere o saluti che siano riconducibili al nazismo, in Germania sono vietati dall’articolo 86 del Codice Penale. Lemmy notoriamente possiede una collezione di reperti dell’epoca nazista ma a riguardo afferma:

“Non possiedo solo roba nazista, colleziono oggetti d’epoca delle nazioni dell’asse a anche di paesi che non ne facevano parte come Lituania, Lettonia, Estonia, Finlandia o Ungheria”.

Riguardo alle uniformi e alla sua opinione politica Lemmy aggiunge:

“Adesso ti racconto qualcosa di storia. Sin dagli inizi, i ragazzi peggiori erano quelli che indossavano le uniformi più belle. Napoleone, i confederati, i  nazisti, avevano tutti delle uniformi spettacolari. Voglio dire, le uniformi delle SS sono fottutamente belle! Erano le rock star dell’epoca, cosa vuoi farci? Erano semplicemente belle. Non venirmi a dire che sono nazista solo perchè possiedo queste uniformi. Nel 1967 ho avuto la prima fidanzata di colore e da allora ne ho avute tante altre. Non capisco il razzismo e non l’ho mai nemmeno considerato”.

11 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.