MY DYING BRIDE: pronti al ritorno

Pubblicato il 18/09/2018

I MY DYING BRIDE stanno per tornare. Lo ha confermato il frontman Aaron Stainthorpe, che nel seguente messaggio postato su Facebook ha anche spiegato il motivo dietro l’improvvisa cancellazione di alcuni concerti in programmo lo scorso anno e il successivo silenzio.

“Molti di voi si sono chiesti cosa sia successo alla band da quando abbiamo annullato tutti i nostri concerti a fine 2017. Bene, ecco la risposta.
A settembre 2017 la mia bellissima piccola figlia, di appena cinque anni, è stata diagnosticata con un cancro. Questo evento ha devastato tutta la famiglia, gli amici intimi e, naturalmente, tutti i MY DYING BRIDE. Un buco nero di preoccupazione e panico si è aperto davanti a me e ho provato terrore per quello che sarebbe successo. L’orrore che circonda questa terribile malattia è reale, brutale e implacabile.
Il veleno altamente distruttivo ma molto necessario che è la chemioterapia è stato avviato e dopo un po’ la chirurgia ha rimosso il tumore principale, il quale però si era diffuso. All’inizio del 2018 è stata necessaria una seconda importante operazione per liberarsi finalmente della massa visibile, ma le cellule erano ancora nel suo corpo, così la radioterapia è intervenuta per distruggerle. Gli effetti collaterali sia della chemioterapia che delle radioterapie hanno messo mia figlia a dura prova e il mio cuore ha sofferto come non mai. Come padre di una bambina profondamente malata, ero sull’orlo della totale implosione.
Dopo l’anno peggiore della nostra vita, e uno stress oltre ogni immaginazione, abbiamo ricevuto la notizia che tante altre persone non ricevono mai: lei è guarita. Ha battuto una delle più crudeli creazioni di Dio. Nonostante questo risultato positivo, ci saranno anni di test e potenziali complicazioni che potrebbero comportare molti ritorni in ospedale. Avrò paura per lei ogni giorno per il resto della mia vita e spero che quando finalmente andrò nella mia tomba lei sarà una donna forte.
Dobbiamo davvero ringraziare le persone meravigliose del NHS Childrens Hospital di Leeds per tutto ciò che hanno fatto e anche i meravigliosi Candlelighters, l’ente benefico per i tumori dei bambini, per il loro infinito e amorevole sostegno.
La band ha preso una piccola pausa in seguito a queste notizie devastanti, ma gradualmente ha iniziato a ritrovare le forze e ad iniziare a lavorare sul prossimo LP, che, in effetti, è quasi completo. Non ho ancora preso parte a nessuna composizione, ma tornerò all’ovile questa settimana, penna in mano e con una nuova concentrazione e il desiderio di adempiere al mio ruolo di scrittore e cantante per questa band straordinaria. Siamo tornati!”.

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.