NASHVILLE PUSSY: i dettagli della data di Roma

Pubblicato il 26/01/2012

Riceviamo e pubblichiamo:

Attesissimi dal pubblico rock italiano, i Nashville Pussy arrivano a Roma Sabato 4 febbraio pronti a stupirci con il nuovo spettacolo ad alto contenuto “hot”: fra reggiseni, slip e una eccezionale scarica di watt!!!

Nashville Pussy (Usa)

Sabato 4 Febbraio, Roma presso  Init Club

apertura h.21.30

ingresso eu.16+diritti di prevendita,

eu.20 botteghino.

Il cantante e chitarrista Blaine Cartwright (ex 9 Pound Hammer), sua moglie Ruyter Suys (leggere come rider sighs) alla chitarra, il batterista Jeremy Thompson e l’amazzone californiana Corey Parks bassista e sputafiamme, fondano la band negli anni 90. Il rock del quartetto è canonico nella forma (AC/DC, Motorhead e via andare), ma urticante e sessuale, tutto eccessi-alcol-storielle sconce. Ma la gloria infame di luridi titani del rock se la conquistano sul campo: i loro concerti, 300 in 14 mesi, sono un tornado elettrico in un clima a metà tra peep show (le due ragazze suonano seminude) e sagra di paese. Nel giro di due anni, dai singoli autoprodotti al debutto “Let Them Eat Pussy” edito dalla Amphetamine Reptile, i Nashville Pussy diventano un fenomeno del rock categoria sporco&cattivo. Quanto basta per attirare la Mercury/Polygram Records, che ristampa l’LP e la porta alla considerazione della stampa inglese. Il secondo parto “High As Hell” (2000), esce invece per la TVT Records.. Poco dopo Corey lascia i Nashville Pussy e viene sostituita prima da Tracey Almazon, poi in pianta stabile da Katie Lynn Campbell senza che il rock strabordante del gruppo perda un grammo di carica e di eros. Nel 2002, i Nashville Pussy eruttano un nuovo album: ancora AC/DC, ancora testi infarciti di sesso, ancora voce carbonizzata dalle malboro di Blaine. Nel 2004 Katie Lynn decide di lasciare il gruppo dopo aver incontrato il musicista Ian Blurton. Alla band non resta che prendersi una pausa: quando inizia la ricerca della nuova bassista la scelta cade sull’attuale Karen Cuda.

4 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.