NEVERMORE – The Complete Collection

Pubblicato il 28/06/2018

A cura di Emilio Cortese

La triste e prematura scomparsa del frontman Warrel Dane, ha messo la parola fine sulla carriera della band di Seattle. Nonostante l’uscita di questo box set fosse già in programma prima che il biondo vocalist lasciasse questa terra, alla luce del tragico evento diventa l’ultimo tassello mancante di una discografia che ha conosciuto davvero pochissimi punti deboli.

Prima di addentrarci nella disamina della discografia dei quattro power thrasher di Seattle è doveroso fare una dettagliata descrizione del box set di CD. All’interno del box sono compresi dodici CD, con la copertina di cartone, comprese entrambe le edizioni di “Enemies Of Reality” (sia quella originale che la rimasterizzata). Va da sè quindi che non siamo davanti ad un remaster dell’intera discografia – e forse sarebbe stata una scelta sensata – bensì ad una riproposizione in toto di qualsiasi cosa uscita sotto al nome Nevermore. Oltre ai sette full-length, troviamo quindi anche il doppio live CD “The Year Of The Voyager” e una raccolta di demo e rarità, che sostanzialmente racchiude alcune cover, una registrazione di un live a Londra nel 2010 e alcune demo delle tracce che sarebbero andate a far parte di “Dead Heart In A Dead World”. Per dovere di cronaca precisiamo che la tracklist dei primi due CD, ovvero “Nevermore” e “In Memory” è stata integrata anche con alcuni brani che facevano parte dei precedenti demo. A corredo troviamo un interessante e davvero ben fatto booklet di una cinquantina di pagine dove, dopo l’omaggio di ogni membro superstite, con un sentito pensiero sulla scomparsa del loro vocalist, viene ripercorsa passo per passo la carriera della band dagli esordi fino ad “Obsidian Conspiracy”. Ogni platter viene ‘presentato’ con alcuni pensieri e curiosità tratte da interviste sia dell’epoca che attuali. Sfogliare il libretto è un vero e proprio piacere per ogni amante della band, anche perché il tutto viene integrato da foto dei vari tempi oltre a tutti i testi di tutte le canzoni. A completare il box set troviamo, oltre a un ‘certificato’ che ci dice che numero di copia (di duemila esemplari in commercio) è in nostro possesso, anche una bandiera con logo e foto del gruppo.

Questa “Complete Collection” è ovviamente un lavoro per completisti ed appassionatissimi della band, come dicevamo all’inizio di questa disamina, si tratta di un tassello mancante, magari non proprio imperdibile se siete già in possesso di tutto il materiale della band, ma sicuramente una ghiotta occasione se non vi siete mai addentrati alla scoperta della fantastica carriera dei Nevermore.

Elenco CD:

1. Nevermore
2. In Memory
3. The Politics of Ecstasy
4. Dreaming Neon Black
5. Dead Heart in a Dead World
6. Enemies of Reality
7. Enemies of Reality (Remixed & Remastered)
8. This Godless Endeavor
9. The Year of the Voyager (CD 1)
10. The Year of the Voyager (CD 2)
11. The Obsidian Conspiracy
12. Rarities & Demos

“Nevermore” Tracklist:

1. What Tomorrow Knows
2. C.B.F.
3. The Sanity Assassin
4. Garden of Gray
5. Sea of Possibilities
6. The Hurting Words
7. Timothy Leary
8. Godmoney
9. The System’s Failing
10. The Dreaming Mind
11. World Unborn
12. Chances Three
13. Utopia

“In Memory” Tracklist:

1. Optimist or Pessimist
2. Matricide
3. In Memory
4. Silent Hedges / Double Dare (Bauhaus covers medley)
5. The Sorrowed Man
6. The Tiananmen Man
7. The Seven Tongues Of God
8. Passenger
9. This Sacrament
10. 42147 (instrumental)

Disc 12 Tracklist:

RARITIES
1. Temptation (The Tea Party Cover)
2. The Purist Drug
3. The Crystal Ship (The Doors Cover)
4. All The Cowards Hide
5. Chances Three
6. Love Bites (Judas Priest Cover)
LIVE IN LONDON 2010
7. The Termination Proclamation
8. Your Poison Throne
9. Emptiness Unobstructed
10. The Obsidian Conspiracy
ROUGH DEMOS 2000
11. Dead Heart In A Dead World
12. We Disintegrate
13. Insignificant
14. Engines Of Hate (Instrumental)
15. Acoustic Instrumental

“Nevermore” (Century Media, 1995)

“Un disco in cui, ascoltandolo a diversi anni di distanza dalla sua pubblicazione, si possono sentire molte caratteristiche che diventeranno indispensabili per il sound dei Nevermore”. CONTINUA

“In Memory” (Century Media, 1996)

“Mette in luce già un lieve ma tangibile cambiamento, che sarà poi l’anticamera di ciò che accadrà soltanto un anno dopo quando verrà dato alle stampe uno dei masterpiece del gruppo”. CONTINUA

“The Politics Of Ecstasy” (Century Media, 1996)

“La reale caratura di questo disco, come spesso accade, fu compreso soltanto a diversi anni di distanza dalla sua pubblicazione, a noi non resta altro da fare se non celebrarne il suo indiscusso valore”. CONTINUA

“Dreaming Neon Black” (Century Media, 1999)

“Questo disco ha un potere e non a caso, negli anni, è diventato colonna sonora dei momenti di dolore di molti di noi”. CONTINUA

“Dead Heart In A Dead World” (Century Media, 2000)

“La presa di coscienza da parte di Loomis, Dane, Sheppard e Williams di aver dato veramente vita a qualcosa di realmente unico con questa band”. CONTINUA

Enemies Of Reality” (Century Media, 2003)

“Un lavoro ‘normale’ dei Nevermore assume quasi i connotati di un capolavoro, se accostato al 90% delle produzioni attuali”. CONTINUA

“This Godless Endeavor” (Century Media. 2005)

“Un’ora di stupenda musica, orchestrata con il solo scopo di ridefinire i canoni di un genere, sempre più di proprietà esclusiva di questa grandissima band”. CONTINUA

“The Obsidian Conspiracy” (Century Media, 2010)


“Composizioni più essenziali, più immediate,  prive di quella sorta di urgenza di dimostrare di riuscire a pestare ancora forte sull’acceleratore nonostante le tante avversità di una carriera costellata di difficoltà”. CONTINUA

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.