OPETH: dopo “Watershed” scrissero altra musica death metal ma la cancellarono

Pubblicato il 18/09/2019

Dopo “Watershed” del 2008, e dunque prima della svolta verso territori più progressive meno aggressivi con “Heritage” del 2011, gli OPETH avevano composto 30-40 minuti di musica in stile death metal che poi è stata cancellata.

Ecco cosa ha dichiarato il leader Mikael Åkerfeldt a Revolver:

“Il death metal per me significa molto ma il nostro death metal è culminato con ‘Watershed‘. Poi basta, io non ce la facevo più. Non ascoltavo nemmeno più musica con voce in growl, a parte i dischi storici. Ho quindi voluto fare qualcosa più in linea con la persona che ero diventato. Se avessi visto gli album che avevo acquistato in quel periodo, non erano death metal. […] Ho quasi fatto un errore. Ho quasi composto un altro album death metal dopo ‘Watershed‘ ma venni fermato da Martin Mendez, il nostro bassista. Mi disse: ‘Questo non è quello che dovresti comporre’. […] Avevamo composto un buon 30-40 minuti di musica in stile ‘Watershed‘ ma dopo che Martin mi aveva fermato, io lo ringraziai, cancellai quella musica e iniziai a comporre ‘Heritage‘”.

Artista: Opeth | Fotografo: Enrico Dal Boni | Data: 27 luglio 2017 | Venue: Metaldays | Città: Tolmin (Slovenia)

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.