OZZY OSBOURNE: il figlio Jack racconta dell’aggressione subita in un bar

Pubblicato il 01/05/2019

Il figlio di OZZY OSBOURNE, Jack, ha raccontato a SiriusXM la recente aggressione di cui è stato vittima mentre si trovava in un bar:

“Stavo bevendo un caffè, erano le 9 di mattina e messaggiavo con un amico. Improvvisamente mi è arrivato un pugno in faccia. Ho lanciato il caffè e ho spinto una sedia verso quel tizio, il quale ha detto ‘Fanculo, figlio di puttana’ e cose del genere. Al che ho pensato ‘ok’ e 35 minuti dopo è arrivato un poliziotto. Se mi fossi preso una coltellata nel collo, a quel punto sarei già morto. Prima che arrivasse il poliziotto, il tizio era andato in un altro bar e io ero già salito nella mia macchina e pensavo: ‘Fanculo, devo prenderlo’. Quando il poliziotto si è avvicinato a lui, il tipo ha iniziato a correre. Correvamo anche io e il poliziotto e lui mi diceva: ‘Che vuoi fare? Arrestarlo?’ e io: ‘Cosa? Certo!’. Poi il tizio ha provato ad accoltellare il poliziotto con un cacciavite e a quel punto sono arrivati 400 poliziotti in tre secondi. Ho pensato: ‘Ok allora possono anche arrivare in fretta’. Lo hanno atterrato col taser e ora è in carcere. Non si può esserne certi, ma sembrava un senzatetto. Spingeva un motorino con un sacco di borse sopra e il suo odore mi ha fatto pensare che non faceva una doccia da un bel po. La cosa divertente è che mentre io ero in macchina di fronte all’altro bar, lui era lì tranquillo come se nulla fosse a mangiare un muffin”.

Jack e Ozzy Osbourne

PROSSIMI CONCERTI

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.