OZZY OSBOURNE: mette una taglia per recuperare gli strumenti di Randy Rhoads rubati

Pubblicato il 07/12/2019

Dopo il furto di vari oggetti appartenuti al defunto chitarrista Randy Rhoads, Ozzy Osbourne ha diffuso via social il seguente messaggio:

“Come molti di voi sapranno, il giorno del Ringraziamento è avvenuto un vergognoso furto alla Musonia School of Music di Hollywood (dove Randy Rhoads insegnava chitarra). La scuola era gestita da Delores, la madre di Randy e dopo la sua morte avvenuta 37 anni fa, la scuola è diventata una meta di pellegrinaggio da parte di fan di tutto il mondo. E’ il luogo dove la famiglia Rhoads ha aperto i propri cuori per condividere la vita di Randy. Come potete immaginare, gli oggetti che sono stati rubati, inclusa la prima chitarra elettrica di Randy, per la famiglia Rhoads sono insostituibili. Sono molto triste del fatto che questi preziosi ricordi di Randy e Delores siano stati sottratti alla famiglia, quindi ho deciso di mettere 25.000 dollari di ricompensa per chi dovesse fornire informazioni che portino all’arresto dei ladri e/o al recupero di tutti gli oggetti rubati.
Per informazioni riguardanti il furto o la restituzione, contattate Nick D’Argenzio: telefono +1 818-281-7893 E-Mail: nickdargenzio@gmail.com

Ecco la lista degli oggetti:

  • la prima chitarra elettrica di Randy Rhoads, una Harmony Rocket Est. 1963
  • una testata Peavy degli anni ’70 che Randy usava quando suonava coi QUIET RIOT
  • un raro prototipo di una testata Marshall serie Randy Rhoads donato dalla Marshall alla famiglia
  • una tromba argentata Besson di Delores risalente a prima della guerra / periodo della Grande Depressione.
  • 40 anni di regali fatti alla famiglia Rhoads, tutte le foto di Randy, degli Osbourne, di Delores e vari altri strumenti.

As many of you have heard, the Musonia School of Music in N. Hollywood, CA (the school where Randy Rhoads famously…

Gepostet von Ozzy Osbourne am Samstag, 7. Dezember 2019

PROSSIMI CONCERTI

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.