PEACEVILLE RECORDS: in arrivo una compilation per i 35 anni

Pubblicato il 08/11/2022

Comunicato stampa:

Uscirà il prossimo 9 Dicembre su Peaceville Records/Audioglobe la compilation “Dark Side Of The Sacred Star” in LP limitato e numerato. Una raccolta molto speciale di tracce esclusive di alcuni dei grandi artisti black metal vecchi e nuovi del roster di peaceville in occasione del 35° anniversario dell’etichetta.

L’LP contiene i seguenti artisti:

MORTEM – “Aftermath“

Un brano inedito e (per ora) esclusivo registrato per questa uscita dalle prime leggende della scena norvegese. L’inconfondibile suono inquietante dei synth e i sinistri riff del mastermind Steinar Sverd Johnsen (Arcturus) ci regalano la magia.

RUÏM – “O Sino da Igreja (Threat Mix)“

Una chicca esclusiva di ciò che accadrà in questo nuovo capitolo dei Vltimas e dell’ex chitarrista dei Mayhem Blasphemer, alias Rune Eriksen. Con un richiamo al periodo “Wolf’s Lair Abyss“ dei Mayhem come fonte d’ispirazione, e con lo stesso Blasphemer alla voce e alle chitarre, che si addentra in temi profondamente spirituali e voodoo, questo è l’assaggio di una nuova brutale tempesta di oscurità che incombe.

DARKTHRONE – “Impeccable Caverns of Satan (edit)“

I maestri norvegesi tornano con il loro stellare opus “Astral Fortress“, dimostrando che la fiamma arde più forte che mai per Fenriz e Nocturno, per questa epopea heavy metal blackened dai riff striscianti.

SIGH – “Mayonaka No Kaii (alternate vocal)“

Uno speciale mix alternativo del brano contenuto nell’ultimo albu, l’apprezzatissimo “Shiki“, i Sigh continuano il loro viaggio eclettico e multistrato attraverso lo strano e meraviglioso mondo del blackened metal.

DOEDSMAGHIRD – “Then, to Darkness Return“

Gemello più cupo e malevolo delle attuali profonde esplorazioni labirintiche dell’esistenza dei Dødheimsgard, questo è il parto del nuovo progetto di Vicotnik, con un attacco devastante e implacabile di black metal primordiale, che riporta alla mente il lavoro dell’era “Satanic Art“ dei Dødheimsgard.

KVIST – “Gærne Sia av Fjorden (demo)“

Una versione demo molto speciale, in forma strumentale, di un nuovo brano per dare il via alla prossima tappa dell’eredità dei Kvist, a oltre 25 anni dal loro unico album in studio “For Kunsten Maa Vi Evig Vike“, che ha lasciato il segno nel mondo come punto di riferimento del black metal atmosferico e melodico della metà degli anni ’90.

MORK – “Alrunens Hevn“

Un brano esclusivo e inedito, registrato in concomitanza con le recenti registrazioni in studio del nuovo album dei Mork, è anche un bell’assaggio del tipo di evoluzione che si troverà nel prossimo opus dei Mork, in arrivo all’inizio del 2023. Un’eccellenza del black metal melodico.

MORTUARY DRAPE – “The Secret Lost“

Un nuovo brano tratto dal prossimo e attesissimo album in studio delle influenti e longeve leggende italiane. Uno splendido heavy metal occulto e blackened di alto livello, nello stile distintivo dei Mortuary Drape, che dimostra perché i venerati italiani sono stati meritatamente all’avanguardia del genere per decenni.

AVMAKT – “Bitter Carved Hollow“

Il nome potrebbe non essere ancora familiare a molti, ma questa nuova band di musicisti noti della città natale dei Darkthrone, Kolbotn, offre un black metal crudo e malvagio, con un suono e un’esecuzione old school e riff provenienti direttamente dalle profondità del calderone infernale.

HELLRIPPER – “Mephistophelian Dreams“

Gli scozzesi Hellripper continuano la loro ascesa verso l’apice del genere blackened thrash/speed e, mentre il nuovo album si avvia verso la pubblicazione all’inizio del 2023, ecco una speciale ed esclusiva interpretazione del 2022 del classico “Mephistophelian Dreams“, registrata per questa uscita. Un heavy metal oscuro e sporco ad alta velocità eseguito alla perfezione.

DØDHEIMSGARD – “Stemmen fra Evigheten“

Un nuovo brano epico e ipnotico registrato appositamente per questa uscita, che trasuda la grande finezza e gli stati da incubo del genio contorto di Vicotnik, con il suo DNA che include anche del materiale inutilizzato originariamente creato per l’album di debutto “Kronet til Konge“.

SNORRE RUCH (THORNS) – “Tema Helvete“

Un’outro schiacciante dell’enigmatico creatore dei Thorns e una delle figure principali nella creazione e nell’espansione del suono del black metal degli anni ’90, qui inclusa con questo raffinato mix 2022 del tema “Helvete“.

Tracklist e copertina:

A.1. Mortem – Aftermath [04:09]
A.2. RUïM – O Sino da Igreja (threat mix) [04:08]
A.3. Darkthrone – Impeccable Caverns of Satan (edit) [05:07]
A.4. Sigh – Mayonaka No Kaii (alternate vocal) [05:26]
A.5. Doedsmaghird – Then, to Darkness Return [03:08]
A.6. Kvist – Gaerne Sia av Fjorden (demo) [02:47]
B.1. Mork – Alrunens Hevn [04:01]
B.2. Mortuary Drape – The Secret Lost [03:34]
B.3. Avmakt – Bitter Carved Hollow [04:17]
B.4. Hellripper – Mephistophelian Dreams (2022) [02:42]
B.5. Dødheimsgard – Stemmen fra Evigheten [07:05]
B.6. Snorre Ruch (Thorns – Helvete Theme [02:31]

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.