QUEENSRYCHE: “Quelli di PledgeMusic ci hanno preso in giro”

Pubblicato il 16/02/2019

Dopo che Billboard a gennaio 2019 aveva pubblicato un articolo circa i lenti o addirittura mancati pagamenti da parte della piattaforma di crowdfunding PledgeMusic, è toccato ai QUEENSRYCHE fare i conti con questo spiacevole fatto.

La band aveva infatti affidato a PledgeMusic la propria campagna di crowdfunding, con la quale vendeva anticipatamente vari pacchetti del nuovo album “The Verdict” per finanziarne la realizzazione.

Ora la band ha informato i fan che la piattaforma non ha reso disponibile il denaro raccolto:

“Con grande dispiacere vi informiamo che siamo stati rpesi in giro da quelli della PledgeMusic. La piattaforma ha informato varie persone che sta avendo problemi economici e che non hanno i soldi per la campagna dei QUEENSRYCHE. Significa che gli oggetti acquistati non possono essere spediti. Ci hanno mentito per mesi e mesi e ora tutto questo è finito in mano ai nostri avvocati. Voi che avete aderito alla campagna, chiedete un rimborso attraverso la banca della vostra carta di credito. Non siamo soli in questa vicenda, dal momento che siamo stati informati che vari artisti sono stati coinvolti. Ci spiace molto per questo inconveniente ma vi preghiamo di capire che non dipende certo da noi. Come detto, quelli della PledgeMusic ci hanno mentito più volte”.

Il gruppo ha chiarito che la data di pubblicazione del disco per Century media Records attraverso la normale distribuzione resta l’1 marzo 2019 e che non verranno spediti solo i pacchetti ordinati con PledgeMusic.

PledgeMusic dal lato suo ha dichiarato a fine gennaio di avere seri problemi finanziari che tenterà di risolvere il prima possibile.

PROSSIMI CONCERTI

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.