ROB ZOMBIE: “Col cazzo che gli SLAYER si ritireranno dalle scene”

Pubblicato il 23/07/2018

Jason Rockman della radio canadese CHOM 97.7 ha chiesto a Rob Zombie, nel corso di una recente intervista, se continuerà ad andare i tour a oltre trent’anni dalla fondazione dei WHITE ZOMBIE. 

Ecco la risposta del cantante e regista:

“Penso che nessuno abbia mai pensato di farlo così a lungo. Un paio di giorni fa ero in giro con Alice Cooper, era alla Rock And Roll Hall Of Fame e sono passato a salutarlo. Ha 70 anni e nessuna intenzione di andare in pensione. Voglio dire, nemmeno Jerry Lee Lewis (classe 1935, ndr) si è ancora ritirato dalle scene.

I rocker non sono andati in pensione. Sono… sono morti! Per quello hanno smesso. E quando sento dire ‘Oh, gli SLAYER smettono’, rispondo ‘Col cazzo!’. Pensano di voler stare a casa e farsi una vita, ma tra due anni saranno fuori di cervello e vorranno tornare in tour. Siamo fatti per quello, siamo tutti matti e abbiamo bisogno di queste cose. Non so perché. E non ho mai visto un pensionamento vero. Andiamo avanti finché non ce la facciamo più.

L’unico momento in cui potrei dire che mi ritiro sarebbe quello in cui pensassi di non potercela più fare e di non poter più dare il meglio – quando ti rendi conto che gli show non sono più buoni. Ma fino ad allora, yeah. E il tempo passa in fretta.”

Rob Zombie

Rob Zombie

 

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.