SEBASTIAN BACH: “Gli SKID ROW hanno cambiato 7 cantanti, forse sono loro quelli con cui è difficile lavorare”

Pubblicato il 30/12/2018

L’ex cantante degli SKID ROW, Sebastian Bach, ha dichiarato quanto segue a Ultimate Classic Rock circa la sua ex band:

“Hanno riformato la loro band a 50 anni suonati [con il cantante ZP Theart]. A 50 anni e passa di solito un musicista suona per i fan che gli hanno permesso di arrivare dov’è e gli dà quel che vogliono. Non è una cosa che mi sono inventato io. La cosa che mi fa incazzare, è che ancora riceviamo un sacco di diritti d’autore e so che i fan vorrebbero delle edizioni deluxe, come hanno fatto i GUNS N’ ROSES. Non riesco nemmeno a finire una chat di gruppo con quei ragazzi e non capisco il motivo, perchè non è che dobbiamo necessariamente andare tutti d’accordo per pubblicare la ristampa di un vecchio disco. Non lo capisco. E’ come prendere a testate un muro. […] Se hai cambiato sette cantanti, forse sei tu quello con cui si fa fatica a lavorare. La mia band solista è rimasta la stessa per 10-15 anni. Non ci sono stati problemi nemmeno con gli show di Broadway con un cast di 70 persone, oppure ‘Gilmore Girls‘… non credono che sia uno con cui è dura lavorare. Netflix adora lavorare con me. Otto cazzo di stagioni di ‘Trailer Park Boys‘ e non credono che sia difficile lavorare con me. Forse è con quei ragazzi che è fottutamente difficile lavorare”.

PROSSIMI CONCERTI

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.