SLAYER, EXODUS: la chitarra signature di Gary Holt dipinta col suo stesso sangue

Pubblicato il 26/01/2016

Sabato è stata presentata al NAMM (Anaheim, California) una particolare chitarra ESP signature Gary Holt, frutto di un’insolita collaborazione tra il chitarrista di SLAYER ed EXODUS e l’artista surrealista Vincent Castiglia.

Castiglia, pittore e tatuatore newyorkese, è conosciuto a livello internazionale per i suoi dipinti realizzati interamente con sangue umano: proprio questa particolare “tecnica” è stata scelta per decorare uno strumento destinato a restare un pezzo unico, dipinto col sangue del suo stesso possessore.

Il sangue è stato prelevato da Holt dopo un concerto degli SLAYER a Long Island, New York. Castiglia ne ha raccolte diciotto fiale, utilizzate interamente per dipingere la chitarra.
Come Castiglia stesso ha spiegato, non solo è la prima volta che l’artista crea una chitarra personalizzata, ma è anche la prima volta che una chitarra viene decorata col sangue di chi la suona:

“Mentre lavoravo ad un suo tatuaggio – ha raccontato Castiglia, il mio amico e cliente Brian Werner (cantante dei VITAL REMAINS) mi ha suggerito questa idea. Ho pensato alla logistica, se sarebbe stato possibile o no realizzarla e mi sono detto: ‘Hey, se sono riuscito a fare certe cose su tela, perché non farlo su una chitarra?’. Con alcune prove e un po’ di preparazione extra, è andato tutto alla perfezione e questa chitarra è diventata uno dei miei pezzi preferiti, tra i più dettagliati che ho realizzato finora. In termini di dettagli, mi sono spinto fino ai limiti fisici del possibile. Il soggetto, l’aspetto, l’impatto e la funzionalità del pezzo sono perfettamente in linea col mio lavoro. (…)
Questo è un pezzo storico perché, per quanto ne so (o per quanto ne sa Google), è la prima volta nella storia che una chitarra funzionante viene dipinta col sangue del musicista. Questo la pone in una posizione speciale, poiché è un’opera d’arte funzionale che immortala il lavoro di una vita di Gary Holt con la sua stessa linfa vitale. E’ stato un onore lavorare in così stretto contatto con Gary Holt e ESP per questo progetto, che è stato letteralmente, “unito con il sangue” “.

Holt ha detto di essere molto entusiasta del risultato e di non vedere l’ora di portare la chitarra con sé nel prossimo tour.

 

gary-holt-slayer-vincent-castiglia-chitarra-sangue-2016

 

PROSSIMI CONCERTI

46 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.