Stati Uniti: in Texas e Mississippi riaprono tutte le attività comprese le sale concerti

Pubblicato il 03/03/2021

Texas e Mississippi hanno deciso di riaprire le attività commerciali al 100% della capienza, senza misure di distanziamento sociale e mascherine.

Questo significa che nei due stati americani anche sale concerti, discoteche, teatri e arene potranno operare a massima capacità. Saranno eventualmente le attività stesse a decidere se adottare misure precauzionali come riduzioni di capienza o altro.

Il governatore del Mississippi, Tate Reeves, dichiara:

“A partire da oggi, togliamo l’obbligo di uso della mascherina e le attività potranno operare a piena capacità senza restrizioni imposte dallo stato. Il numero dei casi e delle ospedalizzazioni è crollato e il vaccino viene rapidamente distribuito. E’ l’ora!”

Queste invece le parole del Governatore del Texas, Greg Abbott:

“Con i progressi dei vaccini e delle terapie con gli anticorpi, il Texas ora ha gli strumenti per proteggere la popolazione dal virus. Ora dobbiamo impegnarci per ristabilire la normalità, riaprendo il Texas al 100%. Non fraintendiamo, il COVID-19 non è sparito ma la riduzione delle ospedalizzazioni e le vaccinazioni fanno sì che non siano più necessarie le ordinanze statali emanate in precedenza. L’annuncio di oggi non significa che i Texani debbano abbandonare le misure di protezione che hanno adottato nell’ultimo anno. E’ bene ricordare che ogni persona ha un proprio ruolo nella sicurezza personale e in quella degli altri. Con questo ordine esecutivo, permettiamo alle attività e alle famiglie texane di avere la libertà di decidere il proprio destino”.

Il direttore dei CDC (Centers for Disease Control and Prevention), Rochelle Walensky, ha criticato la scelta dei due stati, dichiarando:

“Sono preoccupata per il fatto che vari stati stiano allentando quelle misure che giustamente erano state adottate e che continuiamo a raccomandare per proteggere la popolazione dal COVID-19. Ascoltatemi: con questo livello di casi con varianti in diffusione, rischiamo di perdere completamente tutto il terreno che avevamo guadagnato”.

Lo stesso Presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, annunciando che entro fine maggio ci saranno abbastanza vaccini per tutta la popolazione, ha invitato comunque alla prudenza:

“La battaglia è lontana dall’essere vinta… invito gli americani a lavare le mani, mantenere il distanziamento sociale e indossare le mascherine”.

Altri stati come Iowa, Montana e Massachussets nei giorni scorsi hanno allentato le misure, rimuovendo l’obbligo di uso della mascherina e permettendo la riapertura di vari tipi di attività a capacità piena o ridotta.

Secondo quanto riportato da Bloomberg, al momento negli Stati Uniti sono stati somministrati circa 78 milioni di dosi di vaccino. Il 15,6 % della popolazione ha ricevuto una singola dose, mentre il 7,9% due dosi.

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.