SYSTEM OF A DOWN: John Dolmayan, “Siamo una band di stupidi e continueremo ad essere stupidi”

Pubblicato il 03/06/2020

Dopo le affermazioni del cantante Serj Tankian circa le motivazioni per le quali i SYSTEM OF A DOWN non hanno registrato altri album dopo “Mesmerize” ed “Hypnotize” del 2005, il batterista John Dolmayan ha dichiarato a Full Metal Jackie:

“Se avessimo fatto un album ogni tre o quattro anni, avresti visto un’incredibile crescita e una maggior capacità di espressione. E’ triste per me dover dire che non abbiamo mai raggiunto il nostro vero potenziale e probabilmente mai lo faremo. Anche se pubblicassimo un disco ora, non potremmo recuperare gli anni passati a fare nulla. Credo anche che se parlassi con gli altri membri del gruppo, ti renderesti conto che non la pensano come me, perchè loro non erano necessariamente inattivi.
Il punto è che, anche se puoi fare musica da solo, come ho fatto col mio album solista ‘These Grey Men‘, non hai altri tre membri nel gruppo che stanno evolvendo a livello di sound e che danno il loro contributo a livello di qualità dei pezzi, composizione e testi. Ognuno di noi dava qualcosa di unico ai SYSTEM OF A DOWN.
Quando fai un progetto solista, dai il meglio che puoi per far sì che venga bene, ma non hai il beneficio del talento delle altre persone che erano con te nella band. Credo che ognuno dei nostri progetti solisti sia meno valido per questo motivo e, sebbene ognuno di noi abbia pubblicato del buon materiale, non c’è paragone rispetto a quello che avremmo potuto ottenere assieme.

Ad ogni modo non dipende da me. La mia band è una band di stupidi e immagino che continueremo ad essere stupidi. Ad ogni modo non siamo soli. I TOOL sono stati stupidi per molto tempo e anche i RAGE AGAINST THE MACHINE sono fermi da un bel po’”.

PROSSIMI CONCERTI

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.