THE GHOST INSIDE: licenziano il bassista Jim Riley per un suo gesto razzista

Pubblicato il 07/06/2020

I THE GHOST INSIDE hanno licenziato il bassista Jim Riley per aver indirizzato un commento razzista verso un autista di autobus cinque anni fa.

La band dichiara:

“I THE GHOST INSIDE sono nati in una scena progressista e basata sulla tolleranza. La nostra musica ha sempre avuto come scopo portare speranza e luce alla fine del tunnel. Il razzismo e la bigotteria soffocano questi ideali e chiudono porte che devono rimanere aperte.
Abbiamo deciso di separarci dal bassista Jim Riley. Sebbene non sentimmo direttamente queste sue parole, abbiamo sentito parlare di quanto accaduto. All’epoca credemmo si trattasse solo di voci ma la cosa offese e fece male a una comunità che noi invece dovremmo puntare ad unire.
Avremmo dovuto dire qualcosa già allora ma non lo facemmo. Avremmo dovuto indagare su quanto accaduto. Riconosciamo il fatto che non abbiamo detto nulla ma come singole persone cresciamo e impariamo. Ci teniamo quindi a precisare che la nostra band condanna il razzismo e supporta le persone di colore nella loro lotta contro il razzismo sistemico”.

https://www.instagram.com/p/CBGuWFBnSfh/?utm_source=ig_embed

Jim Riley pochi giorni fa aveva ammesso via Twitter di aver offeso l’autista cinque anni fa e di essersi scusato e aver riconosciuto le proprie colpe.

 

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.