TILL DEATH: La Scena Thrash Tedesca Anni ’80 (1ª Parte)

Pubblicato il 18/02/2012

Il thrash metal negli anni ’80 è stato il motore propulsore che ha dato la spinta al metal per arrivare ad estremismi sonori mai immaginati in precedenza. È stato l’ispirazione a molti dei generi che oggi fanno parte del calderone ‘extreme metal’. Ma in quegli anni c’è stato un paese in particolare che ha saputo creare una vera e propria scena con una sua identità ‘nazionale’ capace di lasciare un segno indelebile nella storia della musica metal che tanto amiamo: la Germania. Questo speciale, diviso in due parti, vuole ripercorrere a ritroso nel tempo ciò che allora è stato e ciò che ha rappresentato il thrash metal tedesco per i fan (i famigerati ‘thrashers’) di allora. Quando nelle città c’erano screzi (a volte vere e proprie risse) tra i glamster ed i thrasher, molta della musica ascoltata da questi ultimi proveniva proprio dalla Germania. Lo speciale in questione, dedicato a tutti i lettori di Metalitalia.com e soprattutto ai thrasher della vecchia guardia ancora in circolazione, non è nato con l’intento di riaccendere infuocate discussioni (in voga da decenni) su chi abbia fatto meglio tra Kreator, Sodom e Destruction o gettar benzina sul fuoco di altre simili diatribe, ma si propone come un’occasione per rivivere tutti insieme quel periodo per molti versi magico, quando non c’era internet, non c’era il CD, ma solo un paio di riviste e tanta voglia di underground (sia release che fanzine), quando (per lo più minorenni) ci si spostava con i mezzi pubblici di città in città per andare a conoscere altri thrasher, quando la scena metal esisteva davvero, quando era più unita dei giorni nostri, quando nessuno era sorpreso nel vedere un punk ascoltare i Kreator o un thrasher impazzire per gli Exploited. Alcuni di voi ricorderanno persino il giorno in cui hanno acquistato un determinato LP, un ricordo indelebile, là dove oggi, a furia di poter ascoltare e scaricare da internet dieci gruppi al giorno, di questi non ci si ricorda nemmeno il nome. Altri tempi, un altro mondo. Questo tentativo di ricostruire la scena thrash metal tedesca di allora vuole essere un lascito alle generazioni che non hanno vissuto per una semplice questione anagrafica la musica degli anni ’80, per cercare di indirizzarle a quelli che sono stati gli album più importanti di allora. Album da non dimenticare o da scoprire assolutamente perché ancora nel 2012 mantengono inalterato il loro fascino e la loro energia senza tempo. In questa prima parte vi presentiamo le release, in ordine cronologico, uscite tra il 1984 e “l’anno di grazia” per il thrash: il 1987. La seconda parte invece tratterà tutti gli album usciti nel biennio 1988-1989. Abbiamo voluto qui considerare solo gli anni ’80, dato che, purtroppo, sebbene anche il  1990 ci abbia regalato ottimi album, già il volgere del decennio aveva decretato la fine (praticamente improvvisa) di un certo tipo di fare e vivere il thrash metal. Non perdetevi la seconda parte di questo speciale dedicato al thrash tedesco, ci saranno infatti anche Risk, Darkness, Living Death, Holy Moses, Necronomicon e tanti altri! Stay tuned!

THRASH ‘TILL DEATH !!!

Paolo Vidmar

 

SODOM – “In The Sign Of Evil” – Steamhammer Records (1984)

Diciannove minuti che hanno fatto la storia. Soltanto in questo modo si può definire il debutto su EP dei tedeschi Sodom provenienti dall’area di Gelsenkirchen… CONTINUA

 

DESTRUCTION – “Sentence Of Death” – Steamhammer Records (1984)

Il music business è cambiato radicalmente negli ultimi vent’anni. Adesso gli album si possono scaricare e comprare da internet (cosa sconosciuta negli anni ’80), ma una volta non era così… CONTINUA

 

DESTRUCTION – “Infernal Overkill” – Steamhammer Records (1985)

Tra i precursori ed i massimi esponenti in Europa del thrash metal ci sono ovviamente i tedeschi Destruction… CONTINUA

 

KREATOR – “Endless Pain” – Noise Records (1985)

Con questo album nasce una leggenda del thrash metal internazionale, la band tedesca Kreator. La famosa ‘triade’ teutonica (Destruction, Sodom e appunto i Kreator) è adesso completa… CONTINUA

 

EXUMER – “Possessed By Fire” – Disaster (1986)

Quando un genere musicale è giovane, forte e coeso, i capolavori che escono nei suoi primi anni non si contano… CONTINUA

 

SODOM – “Obsessed By Cruelty” – Steamhammer Records (1986)

Il debutto su LP dei tedeschi Sodom arriva ‘soltanto’ nel 1986… CONTINUA

 

TANKARD – “Zombie Attack” – Noise Records (1986)

Complimenti alla Noise Records per essere stata lungimirante nel reclutare band di sicuro successo. E non era assolutamente scontato che un gruppo dalle chiare attitudini all’alcol avesse un successo notevole… CONTINUA

 

ASSASSIN – “The Upcoming Terror” – Steamhammer Records (1986)

Come la Bay Area è la culla principale del thrash statunitense, così l’area della Ruhr è la casa ideale per la nascita del thrash in Germania. Tra le band più esplosive nate in questa zona va ricordata senza dubbio quella degli Assassin… CONTINUA

 

DESTRUCTION – “Eternal Devastation” – Steamhammer Records (1986)

Parte del loro successo mondiale i Destruction lo devono senza dubbio al loro secondo full length album: “Eternal Devastation”, assai più annichilente e maturo del debutto “Infernal Overkill”… CONTINUA

 

KREATOR – “Flag Of Hate” – Noise Records (1986)

Dopo l’ottimo debut “Endless Pain”, i Kreator ritornano con la stessa formazione con un devastante EP che fa da preludio all’imminente LP in uscita “Pleasure To Kill”… CONTINUA

 

KREATOR – “Pleasure To Kill” – Noise Records (1986)

Il gruppo che dal 1982 al 1984 ha portato il nome di Tormentor ne ha fatta di strada! Dopo il sorprendente debutto “Endless Pain” e l’energico Ep “Flag Of Hate”, i Kreator consacrano il loro nome nella storia del metal estremo con un disco indimenticabile: “Pleasure To Kill”… CONTINUA

 

VENDETTA – “Go And Live… Stay And Die” – Noise Records (1987)

Anno di grazia 1987, annata storica per il thrash metal, genere in massima espansione capace di regalare album capolavoro con frequenza quasi mensile. Tra i capolavori del thrash metal, ancora una volta partorito dalla fecondissima scena tedesca, va annoverato il debutto sensazionale “Go And Live… Stay And Die”… CONTINUA

 

ACCUSER – “The Conviction” – Atom H (1987)

Tra i gruppi thrash underground di una certa rilevanza provenienti dalla solita Germania ci sono gli Accuser, capaci di impressionare già con il debutto “The Conviction”… CONTINUA

 

DEATHROW – “Raging Steel” – Noise Records (1987) 

Dopo aver pubblicato il tiratissimo demo “Eternal Death” nel 1986 sotto il monicker Samhain, Milo e compagni hanno deciso repentinamente di chiamarsi Deathrow, dando vita nello stesso anno al debutto “Riders Of Doom”. Inizia così la breve ma intensa carriera di uno dei gruppi più interessanti della scena thrash metal teutonica… CONTINUA

 

PARADOX – “Product Of Imagination” – Roadrunner Records (1987)

Tra i gruppi che hanno fatto parte della scena thrash metal tedesca vanno senza dubbio ricordati i bavaresi Paradox. La creazione di questa band ha avuto una lunga gestazione, ma il tanto sospirato esordio alla fine è arrivato e non poteva non accadere nel fatidico 1987… CONTINUA

 

DESTRUCTION – “Mad Butcher” – Steamhammer Records (1987)

La pubblicazione dell’EP “Mad Butcher” segna una svolta in casa Destruction. La band, infatti, perde il batterista storico Tommy Sandmann e, soprattutto, passa ad una formazione a quattro elementi… CONTINUA

 

KREATOR – “Terrible Certainty” – Noise Records (1987)

Senza ombra di dubbio il terzo full length album dei Kreator, “Terrible Certainty”, rappresenta assieme al predecessore “Pleasure To Kill” l’apice della carriera della band di Essen… CONTINUA

 

TANKARD – “Chemical Invasion” – Noise Records (1987)

Se il debutto “Zombie Attack” aveva svelato l’esistenza di questo fragoroso quintetto di ubriaconi, la consacrazione avviene con l’annichilente “Chemical Invasion”. La birra è un ottimo carburante per far viaggiare le rasoiate thrash a velocità supersoniche… CONTINUA

 

VIOLENT FORCE – “Malevolent Assault Of Tomorrow” – Roadrunner Records (1987)

Correva l’anno 1987. Un anno strepitoso per il metal ed il thrash in particolare, vista la mole infinita di album stupendi usciti durante quei magici dodici mesi. Tra le tante uscite indimenticabili di questa floridissima annata c’è ovviamente l’album (purtroppo l’unico) dei tedeschi Violent Force, band underground capace di scrivere un vero e proprio capolavoro… CONTINUA

 

SODOM – “Persecution Mania” – Steamhammer Records (1987)

Un album che ha fatto la storia del thrash metal. “Persecution Mania” è uno dei manifesti del metal europeo, negli anni ’80 spesso contrapposto al thrash statunitense, soprattutto quello della Bay Area. Metallica a parte, molti thrasher si dividevano prevalentemente in due categorie: gli adoratori (è proprio il caso di dirlo) degli Slayer e i ‘Sodomaniacs’!… CONTINUA

PROSSIMI CONCERTI

12 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.