UDO DIRKSCHNEIDER alle giovani band: “Non firmate un contratto discografico”

Pubblicato il 02/04/2022

In una recente intervista rilasciata a Chaoszine, Udo Dirkschneider, frontman dei suoi U.D.O. ed ex ACCEPT, ha dichiarato quanto segue circa il music business:

“Ci sono stati indubbiamente dei cambiamenti nel mondo della musica. Sì, non è più come negli anni ’80. Le vendite di CD sono decisamente in calo. Da un lato, possiamo ritenerci fortunati, perchè nel nostro tipo di musica i fan vogliono avere il prodotto fisico in mano, quindi il cambiamento non ci ha influenzato come, ad esempio, nel pop o altri generi.
 
Ad ogni modo si vendono meno album e il problema più grande, penso, lo hanno le giovani band. Non vendono abbastanza album e le case discografiche non hanno così tanti soldi per supportarli per lunghi periodi. Ho visto alcune giovani band veramente buone scomparire dopo uno o due anni. È completamente diverso da come era negli anni ’80. Quando iniziai con gli ACCEPT, la casa discografica disse: ‘Vogliamo fare soldi dopo cinque album.’ Ve lo immaginate? Dopo cinque album… Investivano molti soldi nella promozione. Penso che questi giorni siano finiti. [Ride]
 
“So che le case discografiche mi odiano per questo consiglio che do alle giovani band. Innanzitutto, credete in quello che fate, credete nel vostro tipo di musica e inoltre non firmate un contratto con una casa discografica. Provate a prodrre il vostro album da soli. Voglio dire, ora con tutta questa tecnologia, è possibile. Poi vendete l’album su internet. Magari prendete un ragazzo e pagatelo non so quanto al mese per andare su tutti i siti metal e dire: ‘Ehi, c’è un nuovo album’. Fate per conto vostro anche i videoclip. Intendo, puoi farli anche con questi telefoni moderni, la qualità è buona. In questo modo tutti i soldi andranno alla band. Quello che posso quindi dire a voi giovani gruppi, è di fare tutto per conto vostro e non firmare un contratto. Non mi interessa se le case discografiche mi odiano per questo”.

 

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.