VAN HALEN: Eddie andò dai LIMP BIZKIT con un mezzo d’assalto e puntò una pistola alla testa di Fred Durst

Pubblicato il 24/04/2020

Nel suo nuovo libro, “Eruption in the Canyon: 212 Days & Nights With the Genius of Eddie Van Halen“, Andrew Bennett riporta immagini e aneddoti del periodo che trascorse a filmare i VAN HALEN in studio di registrazione tra il 2004 e il 2007. Tra i vari episodi, Bennett racconta di quando Eddie Van Halen propose al frontman dei LIMP BIZKIT, Fred Durst, di sostituire alla chitarra Wes Borland, il quale aveva lasciato la band. Successivamente, durante una jam session con i LIMP BIZKIT in una casa di Beverly Hills, i presenti avrebbero iniziato a fumare una gran quantità di erba ed Eddie, non essendone un gran fan, avrebbe abbandonato la festa bruscamente, lasciando sul posto la sua chitarra e gli amplificatori. Il giorno successivo, volendo recuperare l’attrezzatura e non ricevendo risposta da Durst, avrebbe deciso di risolvere la situazione a suo modo. Bennett racconta:

Eddie una volta acquistò un mezzo d’assalto a un’asta militare. Il veicolo aveva un’arma montata sul retro, il che non è legale. Eddie attraversò Los Angeles con quel mezzo, fino a Beverly Hills, lo parcheggiò sul prato davanti alla casa in cui i LIMP BIZKIT stavano provando. Uscì senza camicia, con i capelli raccolti in una crocchia in testa come un Samurai, i jeans sostenuti da una corda e gli stivali da combattimento tenuti insieme da un nastro adesivo. Aveva una pistola in mano.”

Van Halen dichiarò a Bennett:

“Quel coglione rispose alla porta. Puntai la pistola contro quel suo stupido cappello rosso e dissi, ‘Dov’è la mia roba, figlio di puttana?’ Quello stronzo si rivolse a uno dei suoi, urlando di portare la mia roba… “

Bennet scrive:

Eddie Van Halen era lì in pieno giorno fumando una sigaretta con una pistola puntata su Fred Durst, mentre questo andava avanti e indietro dalla casa al veicolo d’assalto, trascinando con sè amplificatori e chitarre.”

Eddie Van Halen

 

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.