WEEDEATER: ex batterista arrestato per aver messo metanfetamina nel rum della moglie

Pubblicato il 15/08/2019

Michael “Keith” Kirkum, batterista che ha suonato nella stoner metal band americana WEEDEATER dal 1998 al 2013, è stato arrestato con varie accuse, tra cui violenze su una donna, resistenza all’arresto e due reati per maltrattamento di minori.

Stando a quanto riprotato da WECT News, la moglie di Kirkum, che recentemente aveva chiesto il divorzio, avrebbe bevuto un bicchiere di rum che aveva “uno strano sapore”. Dopo essere rimasta sveglia per un giorno e mezzo, la donna ha deciso di andare al pronto soccorso ed è risultata positiva alla metanfetamina.

A quel punto la polizia della Contea di New Hanover si è presentata presso l’abitazione della famiglia, per chiedere Kirkum spiegazioni circa l’accaduto ma gli agenti sono stati accolti dall’uomo armato di fucile e con ben poca intenzione di parlare. Pochi secondi dopo, ha lasciato cadere l’arma e si è dato alla fuga a piedi. E’ stato quindi inseguito, catturato e condotto in prigione, dove rimarrà in attesa di processo. La cauzione è stata fissata a 100.000 dollari.

La foto di Michael “Keith” Kirkum pubblicata dalla polizia della Contea di New Hanover:

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.