WHITE STONES: i dettagli del nuovo album “Dancing Into Oblivion” e il video del primo singolo “Chain Of Command”

Pubblicato il 20/06/2021

 

Comunicato stampa:

Dopo l’uscita di “Kuarahy” in concomitanza con l’esplosione della pandemia mondiale e tutte le conseguenze che ha generato, i WHITE STONES, il progetto di Martín Mendez (bassista degli OPETH), sono pronti a lanciare il loro secondo disco, intitolato “Dancing Into Oblivion“.

Per “Dancing Into Oblivion“, il suo progetto WHITE STONES si spinge più avanti sulla strada del progressive metal estremo con growl evocativi, intermezzi indotti dal jazz e un incredibile livello di perfezione tecnica.

I temi trattati in questo secondo album attingono ai sentimenti che Martín stesso afferma di aver vissuto durante il lockdown imposto dalla pandemia di covid-19.

“Ho iniziato con molta calma a marzo, quando è uscito ‘Kuarahy‘ ed è partito il lockdown. Ho scritto il nuovo disco ed è uscito così bene. È il mio punto di vista dei sentimenti che ho avuto durante il periodo di isolamento, in questo strano anno. Ho approfittato del momento e sono entusiasta di questo”, rivela il musicista.

I WHITE STONES hanno rilasciato il primo singolo estratto, “Chain Of Command“, accompagnato da un video. Influenzato da John Coltrane e Wilbur Harden, questo primo singolo permette a più generi di coesistere e armonizzarsi tra loro creando una minacciosa atmosfera di metal estremo, paura e isolamento – la perfetta colonna sonora per il lockdown.

Guarda il video di “Chain Of Command“:

I WHITE STONES hanno registrato ancora una volta ai Farm Of Sounds Studios (Barcellona), di proprietà del loro cantante Eloi. Sono rimasti soddisfatti del suono di “Kuarahy” e l’esperienza della registrazione di quell’album e la comodità di organizzarsi con i propri strumenti ha reso tutto più facile. “Tutto è stato ‘fatto in casa’ perché è un modo di lavorare e una filosofia che mi piace. Hai più controllo e puoi esprimere meglio le tue idee”, spiega Méndez, che ha anche creato la copertina di “Dancing Into Oblivion” insieme a Sandra, sua compagna da molti anni.

Il mix finale e il mastering di questo secondo album sono stati curati da Jaime Gómez Arellano agli Orgone Studios (UK) perché la band, più che soddisfatta del lavoro fatto su “Kuarahy“, voleva ripetere quella grande esperienza. Eloi, come cantante e anche colui che ha registrato la musica inviata agli Orgone Studios, afferma:

“La registrazione aveva più esperienza e una migliore qualità del suono perché abbiamo preso decisioni migliori durante la pre-produzione grazie a un più alto livello di consapevolezza di noi stessi come band. Anche Jaime ci conosceva meglio, quindi questo ha semplificato il processo e a sua volta ha contribuito a rendere “Dancing Into Oblivion” il migliore possibile”.

Dancing Into Oblivion” uscirà in formato CD, Vinile (clear & black/red marbled) e in digitale.

Tracklist e copertina di “Dancing Into Oblivion“:

01. La Menace
02. New Age Of Dark
03. Chain Of Command
04. Iron Titans
05. Woven Dream
06. To Lie or to Die
07. Freedom in Captivity
08. Acacia

La formazione si è arricchita con la partecipazione del poliedrico Joan Carles Marí Tur alla batteria (che suona anche in altre band come i FACE THE MAYBE). Gli assoli di chitarra sono stati affidati a Joao Sassetti (che era già membro della formazione in tour dei WHITE STONES). Sassetti vive in Portogallo e non poteva essere in studio a Barcellona, così ha registrato i suoi assoli e li ha inviati digitalmente per integrarli nelle canzoni finali. La registrazione degli strumenti è stata più organica e come dice Boucherie:

“il suono originale è stato mantenuto il più possibile in ogni elemento” e ha portato un tocco naturale e grezzo a “Dancing Into Oblivion“, proprio come la band sperava e si aspettava.

I WHITE STONES sono:

Martín Méndez | Basso e Chitarra
Joao Sasseti | Assoli di chitarra
Eloi Boucherie | Voce
Joan Carles Marí Tur | Batteria

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.