ARGAR – Una nera Eternità all’orizzonte

Pubblicato il 29/07/2005 da


“Cwm Annwm” si era inabissato parecchio tempo fa, trascinandosi dietro il nome del suo creatore, gli Argar. Dopo quel capolavoro di black metal sinfonico, in tutto e per tutto riconoscente agli immensi Emperor, la band spagnola si fece inghiottire nell’oscurità che tanto amava invocare con forza e misticismo nei suoi primi due cd. Ci ha pensato l’intelligente Solistitium a riesumarli dall’anonimato e riportarli sulla scena con il nuovo album che contiente un monito evidente nel titolo su quali siano i propositi di una band che non ha mai ceduto al fascino dell’oscurità. Ur Profanum, portavoce della band, pesona disponibilissima seppur stringata e alquanto enigmatica nelle risposte, ha rilasciato questa intervista per i lettori di Metalitalia.com amanti delle sonorità più tetre.



PERCHè AVETE IMPIEGATO COSì TANTI ANNI PER PUBBLICARE “GRIM MARCH TO BLACK ETERNITY”?
Ur Profanum: “Il nostro black metal è ben lontano da quello suggestionato dal marketing e dal commercio di oggi. Il mio supporto totale e incondizionato va alla Solistitium, non perchè ci ha messi sotto contratto nè dico questo per poi rimangiarmi un giorno la parola.  Quando sentiamo palpitare le nere vibrazioni in una lugubre armonia dentro a noi, allora è il momento per scrivere nere canzoni”.

IL VOSTRO NUOVO ALBUM  SEGUE ILSENTIERO INIZIATO IN “CWM ANNWM” ANCHE SE SUONA MENO SINFONICO A MIO AVVISO. CREDI CI SIANO ALTRE DIFFERENZE TRA I DUE CD?
“La differenza sta tutta negli eventi esterni che condizionano la nostra mente è ciò è un fattore che condiziona pure le nostra cupe anime votate alla musica”.

LA PRODUZIONE ORA è PIù CHIARA RISPETTO AL PASSATO, IL SUONO DELLE CHITARRE è DIFFERENTE ORA MOLTO PIù TAGLIENTE E GLACIALE CHE IN PASSATO, MA ANCHE MENO AVVOLGENTE. QUALI STRUMENTI AVETE DECISO DI ENFATIZZARE STAVOLTA?
“La priorità è andata alle chitarre e alle tastiere unitmente alle parti vocali”.

I TESTI RIGUARDANO LA SOLITUDINE, LA MORTE E COS’ALTRO?
“Odio l’umanità come creatrice di questo feeling, ma il mio odio cresce quando inizia il nulla della tomba…”.

SIETE UNO DEI POCHI GRUPPI CHE SONO RIUSCITI A RIEVOCARE GLI EMPEROR. CREDI GLI ARGAR ABBIANO MOLTI PUNTI DI CONTATTO CON LA BAND NORVEGESE?
“Detesto i paragoni quando si tira in ballo il nostro culto della decadenza”.

ANCHE STAVOLTA LO SCREAMING è VERAMENTE ESTREMO, DICIAMO IN STILE BURZUM. PERCHè LA SCELTA DI CANTARE COSì QUANDO LA VOSTRA MUSICA è PIUTTOSTO MELODICA?
“Perchè le mie parole e il mio feeling oscuro sono appropriati per la mia voce funerea e lo stesso vale per le mie grida disumane che emergono dal più profondo pantheon del mio cuore. C’è una crudele sincronia tra le grida e le parti sinfoniche per dare a queste un’aura ancora più cupa e tortuosa”.

SIETE UNA DELLE POCHE BAND A SUONARE BLACK METAL IN SPAGNA…
“La quintessenza della vita è la morte e il nostro black metal è un sentiero funereo. I Grim Funeral (l’altra band di Ur Profanum, ndA) sono l’unica band a suonare funebre black metal in una giusta direzione necro; li sentirete presto su Solistitium”.

COSA SIGNIFICA LA PAROLA ARGAR E QUAL è IL CONCEPT ONNIPRESENTE DELLA BAND?
“Un popolo iberico di 1600 anni prima dell’anno zero si chiamava Argar. Il significato esplicito del nostro concept è quello della necropoli”.

“COLD AND ETERNAL” è IL MIGLIOR BRANO DELL’ALBUM. COS’è FREDDO ED ETERNO PER GLI ARGAR?
“Il rifugio da questo impero mondano e ostile è il sogno eterno. Questo è il significato della canzone da te citata della nostra necro band”.

SUONERETE DAL VIVO IN SPAGNA O IN QUALCHE ALTRO PAESE?
“Il black metal non si tocca dal vivo, è un luogo comune nel nostro culto in decadenza ormai senza valore, ma reale. Il black metal è ‘a grim march to black eternity’…”.

GRAZIE PER L’INTERVISTA, CONCLUDI PURE COME VUOI…
“Grazie a te Paolo. Le mie ultime parole: a funeral for the soul of this world”.

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.