ARSONISTS GET ALL THE GIRLS – crazy music, crazy people

Pubblicato il 24/05/2010 da

Il secondo capitolo discografico ha rappresentato per gli Arsonists Get All The Girls un netto passo avanti, “Portals” suona come una presa di coscienza, una maturazione del suono verso lidi sempre più sperimentali. Il loro progressive “Nintendo” metalcore è pazzo e sregolato esattamente come loro. Abbiamo scambiato qualche parola via mail con Arthur, chitarrista di questo divertentissimo gruppo e di seguito trovate l’estratto della nostra chiaccherata.

 

CIAO RAGAZZI, INIZIAMO SUBITO CON L’INTERVISTA. CREDO CHE "PORTALS" RAPPRESENTI PER VOI UN BEL PASSO AVANTI. E’ CAMBIATO QUALCOSA NEL VOSTRO PROCESSO DI SONGWRITING?
"Be’, siamo tutti maturati come musicisti e abbiamo impiegato molto più tempo a creare questo disco rispetto agli altri. Inoltre abbiamo provato a scrivere le nostre canzoni tutti insieme, mentre prima ero soltanto io che scrivevo la maggior parte della musica".

IN COSA CREDI CHE "PORTALS" SI DIFFERENZI RISPETTO A "THE GAME OF LIFE"?
"Be’, ‘Game Of Life’ aveva alcune canzoni fatte veramente bene, mentre alcune altre avrebbero potuto essere più curate. Crediamo sinceramente che ‘Portals’ sia un album molto migliore in cui ogni canzone suoni perfettamente".  

CHI SI E’ OCCUPATO DELLA VOSTRA BELLISSIMA COVER? COME MAI AVETE SCELTO PROPRIO QUESTA IMMAGINE? HA QUALCHE SIGNIFICATO PARTICOLARE?
"Chad della Discordant Art si è preso cura della cover e siamo molto contenti di come sia uscita. Gli abbiamo semplicemente sparato qualche idea e poco dopo lui è arrivato con questo soggetto. Ci puoi vedere quello che vuoi, a nostro avviso si adatta perfettamente al titolo del disco".

QUALI SONO LE CANZONI CHE TI PIACCIONO DI PIU’ DEL VOSTRO ULTIMO ALBUM? LA MIA PREFERITA E’ "VIOLENCE IN FLUID – TRICERATOPS"!
"Allora grazie! Credo anch’io che sia una delle migliori. Per quanto mi riguarda penso che anche ‘Portals’ sia una delle mie preferite perché è così diversa dalle altre… Volevo una super canzone progressive rock nel nostro disco, ed è venuta fuori proprio come volevo".

IL VOSTRO SOUND E’ UNA MISTURA TRA HARDCORE, DEATH METAL E VARI ALTRI GENERI. COME POSSIAMO DEFINIRE GLI ARSONISTS GET ALL THE GIRLS, UNA HARDCORE BAND, UNA DEATH METAL BAND, UNA PROGRESSIVE METAL BAND O CHE ALTRO?
"Sì, abbiamo un bel po’ di influenze differenti e proviamo ad incorporare tutti i nostri generi musicali preferiti nelle nostre canzoni. La verità è che il nostro unico obiettivo è di trasmettere qualcosa a chiunque abbia voglia di ascoltarci, non importa che sia un ascoltatore di hardcore, di ska o che altro".

PUOI TOGLIERMI UNA CURIOSITA’? COSA SIGNIFICA ARSONISTS GETS ALL THE GIRLS? COME MAI AVETE SCELTO QUESTO NOME PER LA VOSTRA BAND?
"Il nostro vecchio bassista Pat Jones lo pensò in un momento in cui era molto fuori. Volevamo qualcosa di orecchiabile e diverso dal solito. Non c’è un vero significato nascosto".

CHI SI OCCUPA DEI TESTI DELLA BAND? QUALI ARGOMENTI TRATTANO? TI VA’ DI PARLARCENE UN PO’?
"Lascerò che sia Jared a rispondere a questa…".
Jared: "Penso che i temi dei testi siano originati da come mi sento su una canzone, insieme a come voglio che la combinazione del testo e la musica colpiscano la gente inizialmente. Ad esempio, se ci sono delle metafore, l’effetto residuo diventa uno degli obiettivi principali di una canzone. Per quello che riguarda i significati delle canzoni o la loro direzione, voglio solo accompagnarle, i temi sono fottutamente casuali. Potrebbe essere la mia opinione politica supportata da esperienze personali che facciano capire quali sono i miei ideali, la storia di un ubriaco che affoga, o l’esplorazione della personalità di un uomo che aspetta di morire in una casa di riposo. Tutto viene semplicemente da come la canzone mi suona in testa".

QUALI BAND VI HANNO INFLUENZATO MAGGIORMENTE?
"Ah, questa è forse una delle domande più difficili a cui rispondere. Per quanto mi riguarda ti dico Dream Theater, Poison the Well, Between the Buried and Me, Into the Moat, Horse the Band, Dillinger Escape Plan, ecc. Ma tutti noi ascoltiamo musica differente e siamo in continuo cambiamento".

MI PIACE MOLTO IL VOSTRO MODO DI USARE LE TASTIERE. PENSI CHE IN FUTURO CONTINUERETE AD USARLE COSI’ SPESSO?
"Le tastiere sono sempre state una componente fondamentale nelle nostre canzoni e sono sicuro che continueremo ad usarle sempre".

ALCUNI TIPI DI SUONI MI HANNO RICORDATO CERTI VIDEOGAME, E’ SOLO UNA MIA IMPRESSIONE O E’ QUALCOSA CHE AVETE FATTO DI PROPOSITO?
"Sì, be’, sin dall’inizio ci siamo ispirati molto al sound degli Horse The Band. Siamo sempre stati fan del ‘sound Nintendo’ crediamo che sia unico e vogliamo farlo girare in continuazione. Sì, siamo tutti degli enormi fan dei videogame!".

GLI ARSONISTS GET ALL THE GIRLS SONO STATI LA PRIMA BAND AMERICANA CHE HA FATTO UN INTERO TOUR IN RUSSIA. CI VUOI RACCONTARE QUALCOSA SU QUESTA ESPERIENZA?
"E’ stata un’esperienza che ci ha cambiato la vita. Siamo veramente grati a tutti i ragazzi russi e alcuni di loro sono probabilmente i nostri migliori fan. Mi sono sempre sentito il benvenuto a suonare nei loro posti e non vedo l’ora di tornarci nuovamente… E poi tutti quanti vogliamo tornare per la vodka russa!".

OK, RAGAZZI ABBIAMO FINITO, LE ULTIME PAROLE A VOI PER CONVINCERE I NOSTRI LETTORI A SUPPORTARE GLI ARSONISTS GET ALL THE GIRLS.
"Ascoltate la nostra musica e provate a trovarci qualcosa che vi piaccia. Veniteci a vedere ai nostri live show… non ve ne pentirete!".

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.